In questi primi giorni di calciomercato invernale ciò che è evidente è la difficoltà di cedere i giocatori da parte delle società. La crisi economica che si è abbattuta anche nel mondo del calcio sta condizionando evidentemente gli investimenti, non solo delle piccole società ma anche per quelle più ricche. Non è un caso infatti che la Juventus non riesca a cedere Sami Khedira o Federico Bernardeschi. Il tedesco va in scadenza di contratto a giugno 2021 ma attualmente non ci sono società pronte a sostenere il suo ingaggio. La Juventus infatti lo libererebbe a parametro zero pur di diminuire il monte ingaggi. Il nazionale italiano invece avrebbe rifiutato due offerte, quella dell’Hertha Berlino e quella dell’Atalanta. Situazioni che creano non pochi problemi al mercato della Juventus.

A questi se ne potrebbero aggiungere altri anche a fine stagione. La società bianconera infatti lo scorso calciomercato estivo ha ceduto in prestito Daniele Rugani (al Rennes), Mattia De Sciglio (al Lione) e Douglas Costa (al Bayern Monaco).

Douglas Costa potrebbe ritornare alla Juventus a fine stagione

Rennes, Lione e Bayern Monaco hanno un diritto di acquisto rispettivamente su Rugani, De Sciglio e Douglas Costa. Secondo alcuni giornali sportivo tedeschi però la società bavarese non sarebbe intenzionata a riscattare il cartellino del centrocampista offensivo brasiliano. Quest’ultimo infatti guadagna circa 6 milioni di euro a stagione, che in un periodo di crisi economica come questo, pesano anche su società ricche come il Bayern Monaco. Inoltre Douglas Costa è una vera e propria riserva nella squadra bavarese. Considerando anche che la Juventus vorrebbe almeno 20 milioni di euro per il cartellino del brasiliano, i tedeschi starebbero valutando di non investire sul giocatore.

Douglas Costa piace Manchester United e Atletico Madrid

Douglas Costa vanta diversi estimatori fra le società europee, in particolar modo in Inghilterra ed in Spagna. La scorsa estate, prima del trasferimento al Bayern Monaco, interessava al Manchester United e all’Atletico Madrid. Si era parlato del brasiliano come possibile contropartita tecnica per l’acquisto di Alvaro Morata. Alla fine lo spagnolo è arrivato a Torino in prestito con diritto di riscatto entro giugno 2022. Possibile quindi che la trattativa possa ritornare di moda il prossimo calciomercato estivo, con Douglas Costa come contropartita per diminuire l’esborso economico da pagare all’Atletico Madrid per l’acquisto definitivo di Morata.

Douglas Costa possibile contropartita tecnica per l’acquisto definitivo dall’Atletico Madrid di Morata

Come è noto infatti la Juventus dovrà riscattare la punta spagnola a circa 55 milioni di euro, con un pagamento dilazionato. Ad agosto 2020 sono stati pagati 10 milioni di euro, la prossima estate sono previsti ulteriori 10 mentre a giugno 2022 la società bianconera andrà ad investire altri 35 milioni di euro. Possibile però che la Juventus decida di riscattare interamente il cartellino di Morata già la prossima estate, pagando 45 milioni lo spagnolo.

Scamacca, Pellè e Giroud per il settore avanzato

Restando in tema punte, la Juventus sta valutando l’acquisto di una punta già a gennaio. La scelta potrebbe ricadere su uno fra Gianluca Scamacca, Graziano Pellè e Olivier Giroud. Il nazionale under 21 italiano ha una valutazione di mercato di 20 milioni di euro, a differenza dell’ex Shandong Luneng che attualmente è senza squadra. Per quanto riguarda la punta del Chelsea, potrebbe lasciare Londra solo se la Juventus dovesse offrirgli un contratto di un anno e mezzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here