L’Atalanta non vuole fermarsi più. Gli orobici sulle ali dell’entusiasmo per le tre vittorie consecutive in campionato e la qualificazione ai quarti di Coppa Italia, ospitano domani alle 18 al Gewiss Stadium un Genoa rivitalizzato dalla cura Ballardini. Gian Piero Gasperini presenta il match contro i grifoni in conferenza stampa.

Arriva il Genoa; una squadra che con Ballardini è cresciuta molto.

“Ha costretto la Juve ai supplementari in Coppa Italia, è una squadra che troviamo in un momento migliore rispetto a qualche settimana fa. Ha ritrovato entusiasmo, sarà una partita da interpretare bene, hanno dimostrato di saper fare risultato”.

Pasalic come sta? Miranchuk potrebbe giocare?

“Domani ho qualche possibilità di scelta, verrà condizionata dalle gare con Udinese e Milan. Hanno recuperato tutti, anche Caldara e Pasalic. Questo ci dà fiducia. Su Pasalic è difficile fare previsioni, ripartirà con degli spezzoni di gara. Dal momento in cui lo porterò in panchina sarà a disposizione”.

Miranchuk?

“Ha avuto una serie di vicissitudini, tra infortunio e Covid è stato fuori tanto. L’obiettivo, anche per lui, sarà quello di avere una certa continuità. Ha dimostrato delle doti molto importanti, io mi devo adeguare alle sue caratteristiche. L’importante è che possa avere la giusta duttilità”.

Un domani potrebbe pensare di chiudere la carriera al Genoa?

“Bisogna vivere di presente, sono molto felice di ciò che ho vissuto a Genova. Ho casa lì vicino, seguo molto le vicissitudini della squadra. Il Genoa sarà sempre una parte di me, quest’anno potrà costruire una squadra che può fare bene, senza troppe apprensioni. Spero che possa tornare il pubblico, valorizza molto la prestazione della squadra”.

Ballardini e Gasperini sono i due tecnici più amati in casa Genoa.

“Io sono amato molto di più – scherza -. Ballardini ha fatto dei piccoli miracoli, quest’anno ha anche più tempo. Ha una rosa valida, credo che il Genoa potrà fare meglio. Speriamo non da domani”.

Come valuta questa fase del campionato?

“È difficile, diventa sempre di più equilibrato. Sarà probabilmente una gara ad eliminazione, siamo tante squadre in pochi punti. A fine girone d’andata possiamo fare un punto su quello che abbiamo fatto”.

In casa avete conquistato ben cinque vittorie consecutive. Come analizza questo dato?

“Abbiamo fatto bene in casa, dobbiamo continuare a fare ciò che stiamo facendo. Per restare nella parte alta della classifica bisogna avere continuità. Vincere domani sarà molto importante”.

Più difficile col Genoa o a Udine?

“Dico Genoa visto che li affrontiamo domani. Sappiamo la difficoltà della gara, sappiamo quello che dobbiamo fare. Vedo l’attenzione giusta per continuare questa striscia positiva”.

In questa giornata ci sono tanti scontri diretti…

“Non che non guardi la classifica, ma preferisco pensare solo al Genoa. Se noi vinciamo la classifica diventa buona, indipendentemente da quello che fanno gli altri. Dobbiamo concentrarci solo sulla partita di domani”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here