Serie A

Gasperini vuole il 3/o posto: “Contro l’Udinese è una grande occasione”

Operazione terzo posto. Battendo l’Udinese al Friuli domani pomeriggio nel recupero della 10/a giornata, l’Atalanta andrebbe a occupare la terza piazza scavalcando in un colpo solo Napoli e Roma appaiate a 34 punti. Gian Piero Gasperini presenta il match contro le zebrette friulane.

L’Udinese non vince in casa da parecchio tempo; la preoccupa questo dato?

“Sono tutte statistiche che lasciano il tempo che trovano.Affronteremo un’ottima squadra che sta avendo qualche difficoltà ma che ha dimostrato il proprio valore. Il campionato è equilibrato, ci sono squadre difficili da superare anche nella parte bassa della classifica”.

Domani sarà importante per la classifica…

“Vogliamo restare nel gruppo delle prime, a parte chiaramente Inter e Milan che sono distanziate. Tutte fanno fatica a rispettare la marcia. Nel trend generale siamo messi bene, siamo in buona compagnia”

Rispetto a Bologna come valuta il pareggio col Genoa?

“A Bologna ci abbiamo messo un po’ del nostro, c’erano tutti i presupposti per vincere. Questa è stata una gara più difficile anche per merito del Genoa, si sono difesi con accanimento, hanno portato via un punto meritato”.

Domani si potrà vedere una squadra con due punte?

“Si può vedere sempre, ma dipende dal tipo di partita. Domani l’Udinese gioca comunque in casa, penso che azzarderà qualcosa in più. Entrambe le squadre cercheranno di fare risultato rispettando le caratteristiche dell’altra”.

Come è la situazione infortunati?

“L’unico è Pasalic, pensavamo già di recuperarlo questa settimana ma si sono allungati i tempi. In questo momento non posso prevederlo, siamo tornati un po’ indietro”.

Come valuta l’Udinese?

“Non so che partita verrà fuori, hanno un modulo speculare al Genoa. Nel primo tempo si proponevano bene e sono stati pericolosi, poi dipende quello che succederà in campo. Sono squadre che possono togliere punti a chiunque e in certi momenti lo hanno fatto”.

Dove vede meglio Maehle? Vorrebbe trattenere anche Depaoli?

“Maehle preferisce giocare meglio a destra, è un giocatore che si muove bene anche nella sua nazionale. Ha questa attitudine. In questo momento siamo 21 giocatori effettivi più il portiere, adesso siamo coperti bene”.

Dopo la gara di domani si potrà fare un primo bilancio?

“Almeno domani avremo una classifica vera, soprattutto riferito a Roma e Lazio, a chi è vicino a noi in classifica. Poi domenica si può fare un bilancio, possiamo arrivare al pari o con qualche punto in più rispetto al record di 35 punti”.

Lammers resterà?

“Se le cose stanno così sì, ci sono giocatori come Sutalo, Ruggeri, Depaoli. È una rosa equilibrata, possono dare un valore aggiunto. Se vanno via diventiamo pochi. Queste non sono cose mie, non so quali sono le possibilità che possono nascere. Mi interessa il numero e i ruoli, siamo sempre alla ricerca del vice-Ilicic. Lo stiamo facendo con Malinovskyi e Miranchuk, se riusciamo ad arrivare a quel livello va bene così”.

Caldara?

“Sta bene, ha recuperato”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button