Il Napoli vuole portare a casa il primo trofeo della stagione. La finale di Supercoppa Italiana in programma questa sera allo stadio Mapei di Reggio Emilia rappresenta per i partenopei l’occasione di imprimere la svolta, forse decisiva, all’intera stagione. Gli azzurri di mister Gattuso arrivano all’appuntamento in condizioni psico-fisiche ideali, al contrario della Juventus ancora stordita dalla pesante sconfitta del Meazza.

Tra i protagonisti più attesi di questa gara c’è senza dubbio Lorenzo Insigne, apparso in forma smagliante domenica nel tennistico 6-0 rifilato alla malcapitata Fiorentina. E proprio il capitano si presenta ai microfoni di stampa e tv per inquadrare la sfida contro i bianconeri campioni d’Italia:

Sei arrivato a novantanove gol con la maglia del Napoli, qual è il tuo obiettivo più immediato?

“Sogno più la vittoria che il centesimo gol. È importante arrivare alla conquista del trofeo, a prescindere dal fatto che io faccia gol o meno”.

Il ct della Nazionale Roberto Mancini ha speso parole importanti per te. È il momento della consacrazione?

“Io sto lavorando molto per limare alcuni miei difetti. Il mister Gattuso mi sprona ogni giorno e spero sempre di migliorare”.

Come arrivate a questa partita?

“Arriviamo bene a questa gara. Oltre alle sei reti, domenica contro i viola abbiamo offerto una grande prestazione. Sfidiamo una squadra con grandi campioni, ma l’abbiamo preparata bene. Per la città e i tifosi ha una grande importanza questa coppa, scenderemo in campo per dargli una gioia”.

C’è il rischio di arrivare scarichi dopo le sei reti alla Fiorentina?

“Ho visto i miei compagni subito concentrati per questa gara, ho visto la squadra allenarsi bene. Dobbiamo fare le cose che sappiamo fare, senza timori e senza paura ma rispettando l’avversario che avremo di fronte”.

Che gara ti aspetti?

“Spero che il Napoli riesca a esprimersi come sa; sicuramente ce la giochiamo alla pari. Dobbiamo essere preparati mentalmente ad affrontare la Juve nel modo giusto, loro hanno grandi campioni. Sono sicuro che tutto il mondo assisterà a una grande partita, bella e vibrante”.

Hai sentito qualcuno della Juve?

“In questi giorni non ho sentito nessuno. Solitamente sento i miei amici in nazionale, ma negli ultimi giorni non ho avuto occasione di avere contatti con loro”.

Chi temi maggiormente della squadra di Pirlo?

“Sarebbe riduttivo fare un solo nome; ovviamente dico Cristiano Ronaldo, ma la Juventus è una squadra piena zeppa di grandi giocatori. Dovremo stare attenti a tutti e non distrarci mai”.

Chi è che invece potrebbe decidere la gara a favore del Napoli?

“Beh, anche nella nostra squadra ci sono tanti giocatori di alto livello. Ho visto tutti in grandissima forma, ma se proprio devo fare due nomi dico  Zielinski e Lozano; sia Piotr che Hirving stanno attraversando un periodo di forma straordinario”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here