Serie A

Pippo Inzaghi avverte: “Il Torino ha giocatori da Europa League”

Pippo Inzaghi chiede ai suoi di tornare alla vittoria. Il tecnico del Benevento, alla vigilia del match casalingo contro il Torino, anticipo della 19/a e ultima giornata del girone d’andata, sottolinea in conferenza stampa la necessità di invertire la rotta dopo le due pesanti sconfitte consecutive contro Atalanta e Crotone:

“Dobbiamo tornare a fare punti con la serenità di sempre. Mi sembra che qui si passi da un eccesso all’altro in base ai risultati. Serve un equilibrio maggiore perché la salvezza sarebbe una grande impresa, come la promozione lo scorso anno. Dobbiamo rimboccarci le maniche sapendo che ogni partita sarà una battaglia. Sono certo che tutti sono consapevoli che dovremo lottare fino all’ultima giornata per ottenere un traguardo incredibile”.

Il Torino ha appena cambiato allenatore: è un vantaggio per voi o no?

“Il cambio in panchina sarà sicuramente un vantaggio per loro; i calciatori cercheranno di dimostrare qualcosa in più. Giampaolo è uno dei migliori allenatori del campionato italiano e mi dispiace per lui. Faccio gli auguri a Nicola. Noi vogliamo tornare a fare punti, cercando di chiudere il girone d’andata nel modo giusto”.

Situazione infortunati ed eventuali recuperi?

“Iago Falque non può giocare dal primo minuto, non è ancora in condizione quindi potrà darci una mano in corso d’opera come fatto a Crotone. Insigne sta molto meglio, deciderò domattina se utilizzarlo o meno perché ha perso gli ultimi allenamenti. In quella posizione possiamo mettere sia Tello che Improta, quindi probabilmente giocheremo con un elemento di caratteristiche diverse ma che può fare quel ruolo”.

Cosa deve fare domani la squadra rispetto a Crotone? Viola come sta?

“Dobbiamo cercare di difenderci con più attenzione. A Crotone abbiamo perso ma costruito tanto, siamo stati sfortunati negli episodi. Potevamo essere più scaltri, ma la squadra c’è e se ha questo atteggiamento non mi preoccupo affatto. Viola è in crescita e potrà darci sicuramente una grande mano”.

Caldirola come sta? Quando tornerà a disposizione?

“Dobbiamo ringraziarlo perché ha recuperato con grande anticipo. Al momento non è ancora pronto, per metterlo dentro lo voglio nella condizione migliore possibile. Ha avvertito qualche dolorino ed è normale. Il fatto di averlo eventualmente nel secondo tempo è già molto importante. Ha lavorato tanto per essere disponibile. Per il resto affrontiamo una squadra molto impegnativa che non può essere considerata una nostra concorrente; il Torino ha calciatori di livello internazionale, sicuramente a livello di Europa League, oltre che il centravanti della nazionale”.

Si aspetta qualche novità sul mercato?

“Abbiamo le idee molto chiare. La società non si farà trovare impreparata, sono fiducioso”.

Tra tutte le squadre di A il Benevento è quella meno colpita dal Covid…

“Toccando ferro siamo stati anche fortunati fino a questo momento. Purtroppo abbiamo perso Schiattarella nel momento migliore, così come Letizia. Mi dispiace tantissimo per questi calciatori che si stanno imponendo benissimo in serie A. Schiattarella rientrerà la prossima settimana, mentre per Letizia i tempi sono lunghi a causa dell’infortunio”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button