Comincia a delinearsi la classifica nella zona calda, quella dove si combatte per non sprofondare in serie B. Non possiamo parlare di sentenze definitive, mancando di fatto un intero girone alla fine del campionato; ma questa 20/a giornata consente a due squadre in particolare, Udinese e Genoa, di guardare al futuro con maggiore serenità.

I friulani infatti, nel lunch match delle 12.30, superano 1-0 lo Spezia al Picco grazie a un rigore trasformato da Rodrigo De Paul; i rossoblu liguri espugnano lo Scida con un roboante 3-0 condannando forse definitivamente alla retrocessione il malcapitato Crotone. Psicodramma sportivo alla Sardegna Arena: il Cagliari, dopo sette sconfitte consecutive, assapora il ritorno al successo contro il Sassuolo ma al 95’ la zampata vincente di Boga regala l’1-1 ai neroverdi emiliani e fa calare il gelo sulla panchina sarda.

Spezia-Udinese 0-1

Basta un lampo, uno solo all’Udinese per battere lo Spezia al Picco e assicurarsi tre punti di vitale importanza nella corsa alla salvezza. In cima a novanta minuti piatti e avari di emozioni, i friulani usufruiscono di un calcio di rigore concesso al 52’ per un intervento chiaramente falloso di Chabot ai danni di Deulofeu; va alla battuta Rodrigo De Paul che trasforma senza problemi spiazzando il portiere ligure Provedel. Proprio il trequartista argentino però si fa poi espellere per doppia ammonizione al 76’; a loro volta i padroni di casa restano in dieci per il cartellino rosso mostrato all’86’ a Saponara dall’arbitro Di Martino. Fa festa l’Udinese che vola a quota 21 punti, ora a +6 sul terzultimo posto; lo Spezia resta fermo a quota 18.

Cagliari-Sassuolo 1-1

Si ferma a sette la serie di sconfitte consecutive in casa Cagliari, ma il gol di Boga al 95’ che vale l’1-1 in extremis del Sassuolo ha l’amaro e sgradevole sapore della più atroce delle beffe. In realtà, per quanto hanno saputo offrire le due squadre nel corso dei novanta minuti, il risultato più giusto è proprio quello maturato alla fine. Il Cagliari, passato in vantaggio al 76’ grazie a un guizzo di Joao Pedro, ha più volte rischiato di capitolare; solo le strepitose parate di Cragno su Locatelli, Djuricic e Traorè in particolare, hanno salvato la porta rossoblu impedendo agli ospiti di passare in vantaggio. L’1-0 di Joao Pedro a un quarto d’ora dalla fine ha illuso i padroni di casa, convinti di poter tornare alla vittoria dopo due mesi. Ma la conclusione vincente di Boga ha spento le speranze dei sardi, che restano inchiodati a un malinconico terzultimo posto.

Crotone-Genoa 0-3

La cura Ballardini funziona eccome. Il tecnico ravennate ha letteralmente trasformato il Genoa, capace di liquidare questo pomeriggio il Crotone con un secco 3-0 e di guadagnare con 21 punti in cascina una posizione di classifica rassicurante; tre vittorie e un pareggio nelle ultime quattro partite regalano ai grifoni un allungo perentorio di ben sei lunghezze sulle dirette concorrenti per la salvezza. Il match dello Scida dura meno di mezz’ora; l’uno-due firmato Destro e Czyborra al 24’ e al 29’ è un doppio gancio da ko. Nella ripresa il sigillo finale porta la firma al 50’ del ritrovato Destro. Il Genoa gongola, il Crotone sprofonda.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here