Vince Cristiano Ronaldo. Una prestazione super del fuoriclasse portoghese – un gol, una clamorosa traversa e l’autorete provocata di Ibanez – consente alla Juve di battere con un secco 2-0 la Roma nel terzo anticipo della 21/a giornata e di conquistare il terzo posto solitario in classifica. Con una partita da recuperare i bianconeri, dati quasi per spacciati in seguito al ko contro l’Inter, tornano prepotentemente sul podio in piena zona scudetto.

La sfida dell’Allianz Stadium prende una piega ben precisa già al 13’ quando CR7 infila Paul Lopez con un sinistro chirurgico. La Roma da quel momento cerca la via del pareggio ma i suoi tentativi si infrangono sul muro dell’impenetrabile difesa avversaria. Chiellini e compagni non concedono un solo metro ai giallorossi, peraltro penalizzati dalle assenze di Pedro e Pellegrini e dalla condizione approssimativa di Dzeko. Il raddoppio della Juve, sfortunata deviazione di Ibanez su cross basso di Kulusevski, sigilla risultato e partita. La Juve mette nel mirino Inter e Milan; la Roma resta comunque in piena zona Champions.

Pirlo gongola: “Siamo stati perfetti; ora pensiamo all’Inter”

Andrea Pirlo ha trovato la sua Juve. Il tecnico bianconero si gode la terza vittoria consecutiva in campionato e la ritrovata solidità difensiva della squadra:

“Sapevamo di soffrire contro una grande Roma. La nostra impostazione tattica è stata diversa, era difficile essere aggressivi e alti quindi abbiamo optato per una linea più bassa per attaccare in ripartenza”.

Ottima la fase difensiva.

“Siamo stati bravi anche nelle difficoltà a stare uniti ed essere umili. Questa prova dà grande forza e compattezza alla squadra. Abbiamo fatto bene dietro, non concedendo occasioni alla Roma”.

Chiellini il Ronaldo della difesa?

“Abbiamo grandi difensori, quando giocano bene loro vuol dire che tutta la squadra gira al massimo”.

Cuadrado fuori solo per scelta tecnica?

Scelta tattica perché sapevamo che in quella zona avrebbero giocato sia Mkhitaryan che Spinazzola e quindi volevamo essere pronti con le preventive su entrambi”.

Ronaldo uomo squadra. Sta cambiando qualcosa?

“No, mi ha sempre dato grande disponibilità. Ci sono partite in cui può fare il centravanti, ma lui ha sempre rispettato quello che gli chiedevamo”.

Bonucci come sta?

“Valutiamo, ha avuto un piccolo problemino. Vedremo nei prossimi giorni come sta”.

Adesso penserete alla semifinale di Coppa Italia.

“E’ una gara da dentro o fuori; partiamo in vantaggio ma la finale è tutta da conquistare. Ho visto l’Inter contro la Fiorentina e mi ha impressionato”.

Fonseca non fa drammi: “Nulla da rimproverare alla mia Roma”

Non sembra particolarmente deluso, Paulo Fonseca. Il tecnico della Roma, nonostante il ko nel big match contro la Juve costato il terzo posto in classifica, resta fiducioso per il prosieguo della stagione:

“Abbiamo fatto noi la partita, tirando in porta molto più della Juve. A fare la differenza sono stati i gol e un fuoriclasse come Cristiano Ronaldo”.

Rifarebbe la scelta di lasciare Dzeko inizialmente in panchina?

“Si, perchè i ragazzi hanno fatto bene anche senza di lui. Questa sconfitta non pregiudica il nostro cammino; ora pensiamo alla sfida con l’Udinese per cui torneranno a disposizione Pedro e Pellegrini”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here