Il profumo della Champions fa bene al Chelsea e acuisce le difficoltà, se non proprio la crisi, dell’Atletico Madrid. Sul campo neutro dell’Arena Nationala di Bucarest (con l’Atletico padrone di casa per sorteggio), i Blues si aggiudicano l’andata degli ottavi di finale grazie a un gol gioiello del bomber che non invecchia mai: la splendida rovesciata di Olivier Giroud al 68’ vale l’1-0 per i londinesi, ora nettamente favoriti per il passaggio ai quarti.

Il risultato maturato nei novanta minuti rispecchia fedelmente quanto visto in campo; Suarez e compagni, apparsi fin dalle prime battute lenti e prevedibili, non sono mai riusciti a divincolarsi dalla ferrea organizzazione difensiva del Chelsea che dal canto suo ha mantenuto per l’intera gara il controllo del gioco. Nel complesso, una partita da 0-0 che solo la giocata di un singolo poteva sbloccare: ci si aspettava un lampo dallo stesso Luis Suarez o dal gioiellino Joao Felix, è invece sbucato dal nulla Giroud. Il Chelsea gode, l’Atletico esce a testa bassa.

Tuchel: “Siamo stati perfetti; Giroud è super”

Per Thomas Tuchel la vittoria del suo Chelsea contro il favoritissimo Atletico Madrid ha il sapore della grande impresa; una personale rivincita per il 47enne tecnico tedesco, silurato in fretta e furia dal Paris Saint Germain e poi ingaggiato con altrettanta rapidità da Roman Abramovich: “Sono felicissimo; la squadra ha eseguito alla perfezione il piano partita che avevamo preparato. Il risultato è la conseguenza della nostra prestazione; certo non a tutti riesce di fare un gol in rovesciata come ha fatto Giroud”.

La qualificazione ai quarti però non è ancora acquisita. Tuchel non cade nel tranello di vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso: “Al ritorno sarà una battaglia; conosco bene l’Atletico e soprattutto il suo allenatore. So che faranno di tutto per ribaltare il risultato; sarebbe grave da parte nostra se ci sentissimo già qualificati”.

Simeone: “Al ritorno sarà diverso; mi fido dei miei”

Non basta una sconfitta di misura per abbattere uno come Diego Simeone. Il tecnico argentino incassa con signorilità la sconfitta contro il Chelsea, ma promette battaglia in vista del ritorno: “Abbiamo dei giocatori che devono riprendersi ancora dal Covid e per questo adesso stentano; ma tra due settimane sarà un’altra storia. Mi fido dei miei ragazzi e so che faranno di tutto per ribaltare questo risultato. Il gol di Giroud non si poteva evitare, ha fatto una gran giocata”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here