La Lazio vuole ripartire. Assorbito lo schock della pesantissima sconfitta incassata in Champions contro il Bayern, la squadra biancoceleste torna a concentrarsi sul campionato che la vede impegnata domani in uno degli anticipi della 24/a giornata al Dall’Ara contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic.

Inzaghi dà la scossa: “A Bologna per i tre punti”

Simone Inzaghi pretende dai suoi una reazione immediata, soprattutto perchè c’è un obiettivo realistico e concreto da poter centrare: il quarto posto che varrebbe la qualificazione in Champions per la prossima stagione:

“Veniamo da una brutta sconfitta, ma è un dovere da parte nostra mettercela alle spalle. Abbiamo il dovere e le capacità di reagire subito fornendo domani una prestazione di alto livello da tutti i punti di vista”.

Un messaggio chiaro, esplicito, che del resto la squadra tutta sembra aver recepito in pieno; anche i senatori del gruppo, da Immobile a Luis Alberto passando per Milinkovic-Savic e Reina hanno spronato i compagni e l’ambiente a non demoralizzarsi troppo. “Ho l’impressione che i ragazzi siano ripartiti subito mentalmente – conferma Inzaghi -, ma ciò che conta è la prova del campo”.

“I felsinei non sono il Bayern, ma possono battere chiunque”

La sfida di domani contro il Bologna capita a proposito; il calendario mette subito di fronte alla Lazio una squadra capace di qualsiasi impresa e che vorrà fare punti per allontanarsi definitivamente dalla zona pericolosa della classifica: “Conosco benissimo i rossoblu e soprattutto Mihajlovic – sottolinea -; so quanto sia bravo a preparare questo tipo di partite. Il Bologna tra l’altro dispone di una rosa di buonissimi giocatori; soprattutto in attacco hanno elementi in grado di far male a qualsiasi avversario”.

Per quanto riguarda la situazione infortunati, Inzaghi spiega: “Non ci saranno Luiz Felipe e Radu, oltre a Escalante squalificato. Per fortuna torna Lazzari dalla squalifica. Devo valutare domani se cambiare qualcosa nella formazione; martedì abbiamo speso molto e ho visto qualcuno un po’ affaticato”.

Patric preferito a Musacchio; in attacco c’è Correa

Dalle ultime indicazioni emerse nell’allenamento di rifinitura, sembra che contro il Bologna scenderanno in campo i titolarissimi, almeno a centrocampo e in attacco; niente turn over per Immobile e Correa, chiamati agli straordinari. Muriqi e Caicedo partono dalla panchina pronti a dare una mano in caso di necessità. In difesa, Patric e Hoedt affiancheranno Acerbi; Musacchio, dopo la disastrosa mezz’ora contro il Bayern, partirà dalla panchina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here