Sinisa Mihajlovic spinge la Lazio fuori dalla zona Champions. Al Dall’Ara, in uno degli anticipi della 24/a giornata, il Bologna compie un balzo probabilmente decisivo verso la salvezza battendo con il più classico dei 2-0 una Lazio sottotono e senza mordente; si tratta di una sconfitta pesante per i biancocelesti che rischiano di perdere terreno prezioso nei confronti delle concorrenti per il quarto posto.

Alla luce di quanto visto sul terreno del Dall’Ara, Immobile e compagni non hanno ancora smaltito completamente le scorie dei quattro gol incassati dal Bayern Monaco. In realtà, la Lazio ha avuto a disposizione al 17’ la grande chance di andare in vantaggio: un calcio di rigore concesso dall’arbitro Giacomelli per un fallo netto ai danni di Correa in piena area. Dal dischetto Ciro Immobile ha concluso malissimo, di fatto appoggiando il pallone al portiere felsineo Skorupski. Appena due minuti dopo Mbaye, sfruttando una difettosa respinta corta di Reina, ha regalato l’1-0 al Bologna; una doppia svolta che ha di fatto indirizzato l’esito della gara: la Lazio non ha reagito a dovere e nella ripresa un gran gol di Sansone ha sancito il 2-0 definitivo per i padroni di casa. Mihajlovic esulta, Inzaghi esce a testa bassa.

Inzaghi: “Sconfitta che brucia, sono preoccupato”

Simone Inzaghi lancia il suo j’accuse nei confronti della sua Lazio. Al tecnico piacentino il ko del Dall’Ara non va giù: “Una squadra ambiziosa come la nostra deve reagire in un altro modo; capisco la frustrazione per il rigore sbagliato e il gol preso subito dopo, ma c’era tutto il tempo per ribaltare il risultato. La squadra non mi è piaciuta, questi erano punti pesanti”.

Mihajlovic: “Abbiamo vinto con l’intensità”

Alla delusione di Simone Inzaghi fa da contraltare il sorriso radioso di Sinisa Mihajlovic: “Non posso non essere soddisfatto; la squadra ha eseguito alla perfezione il piano tattico che avevamo preparato per questa partita”.

Dopo un avvio un po’ incerto, il gol di Mbayè ha permesso al Bologna di giocare in scioltezza e con molta più sicurezza: “Dopo l’1-0 non potevamo perdere – sottolinea Mihajlovic -; a centrocampo siamo arrivati prima su tutte le seconde palle non concedendo spazi alla Lazio”.

Con tredici punti di vantaggio sulla terz’ultima, il Bologna sembra ormai virtualmente salvo; Mihajlovic non è d’accordo: “Non abbiamo fatto ancora niente. Ora pretendo grande concentrazione per la sfida di mercoledì sera a Cagliari; se perdessimo quella partita questa vittoria non avrebbe più alcun valore. Dobbiamo acquisire una buona continuità di rendimento e di risultati”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here