Serie A

Pioli avverte: “Ok con la Roma, ma ora c’è l’Udinese”

Restare con i piedi ben piantati a terra e gestire al meglio il ritrovato entusiasmo dopo la vittoria di Roma. Il tecnico del Milan Stefano Pioli ha le idee chiare alla vigilia del match contro l’Udinese, valido per la 24/a giornata di un campionato ancora tutto da giocare.

Pioli: “Ibra a Sanremo ha fatto bene a parlare di scudetto”

Il Milan deve riprendere il filo del discorso interrotto bruscamente a La Spezia ma ripreso alla grande contro la Roma. Pioli non parla apertamente di lotta scudetto ma approva che sia qualcun altro ad affrontare l’argomento: “Ho sentito Ibra a Sanremo parlare di scudetto possibile; sarei sorpreso se avesse detto cose diverse. E’ giusto che sia lui ad esprimersi in un certo modo”.

“A Roma ho rivisto il Milan; ora continuiamo così”

Il Milan ammirato all’Olimpico dev’essere in grado di ripetersi a livello di prestazione. Pioli indica il cammino da seguire: “Bisogna fare la corsa solo su noi stessi, vincendo il maggior numero di gare possibili e giocare come sappiamo. Entriamo nel momento decisivo della stagione; inutile aggiungere quanto sia importante restare concentrati cercando di ottenere il massimo. A fine campionato tireremo le somme”.

Domani sera per la sfida contro i friulani Pioli dovrà fare a meno di Ibrahimovic, Calhanoglu, Mandzukic e Bennacer; assenze pesanti soprattutto in attacco. Pioli però ha a disposizione l’uomo più in forma di tutto il reparto, lo scatenato Ante Rebic: “Ante sta bene, contro l’Udinese giocherà dal primo minuto così come Leao. L’assenza di Zlatan può pesare, ma anche senza di lui a dicembre la squadra ha fatto molto bene”.

Ha fatto discutere contro la Roma l’assenza di Romagnoli. Pioli liquida la questione in poche battute: “Sono scelte che si fanno, nessuna bocciatura nei confronti di Alessio. L’allenatore è pagato per scegliere il meglio per la squadra e l’altra sera ho ritenuto opportuno dare fiducia a Tomori. Ma Romagnoli resta un elemento importantissimo per il Milan, su questo non ho il minimo dubbio”.

Chiusura dedicata a una rapida analisi dell’avversario: “Conosco bene Gotti; è una persona in gamba e un bravissimo tecnico. Con lui l’Udinese ha acquisito un passo da squadra importante, ci attende una gara complicata e piena di insidie”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button