L’esame Roma per verificare se il Genoa è tornato ad essere la squadra brillante di due mesi fa. Vedendo giocare Destro e compagni nelle ultime gare si ha avuta la sensazione che l’energia prodotta dal cambio di allenatore avesse parzialmente esaurito la spinta propulsiva delle prime partite; una spinta che, sotto la guida di Davide Ballardini, aveva consentito ai rossoblu di rimettere in sesto una stagione iniziata nel peggiore dei modi.

Il Genoa non vince dal lontano 6 febbraio, quando riuscì a piegare 2-1 a Marassi il Napoli di Gattuso; nel derby di mercoledì sera però si sono rivisti in gran parte brillantezza ed incisività ammirate per tutto il mese di gennaio; la conferma è attesa domani nel lunch match dell’Olimpico contro i giallorossi di Fonseca.

Ballardini crede all’impresa: “Siamo pronti, ma sarà dura”

Davide Ballardini era soddisfatto della prova dei suoi nel derby contro la Samp, ma ora chiede il bis contro la Roma: “Sarà difficile, molto difficile. Si tratta di una partita durissima per noi ma anche bella da giocare. Per fare risultato dovremo curare tutti i dettagli e non commettere alcun errore”.

Il tecnico del Genoa non crede a una Roma in crisi: “Mi fa ridere questa storia; hanno perso qualche gara contro le squadre forti, ma spesso non meritando la sconfitta. Per esempio la partita contro il Milan per me è stata decisa solo dagli episodi”.

“Contro la Samp ho rivisto il Genoa che piace a me”

A lasciare relativamente sereno Ballardini è il Genoa ammirato nel derby: “Contro la Samp abbiamo disputato davvero un’ottima partita; ho visto una squadra in salute che avrebbe meritato di conquistare i tre punti. Tra l’altro dopo la gara ho visto i ragazzi già concentrati sulla sfida di domani contro la Roma“.

Proprio con l’attuale tecnico sulla panchina del Genoa, è vivo nella memoria dei tifosi genoani lo straordinario ricordo di una vittoria per 4-3 di dieci anni fa contro la Roma (allenata da Ranieri, ndr) ottenuta grazie a una rimonta pazzesca: “E’ vero, ricordo bene quella gara; tra l’altro veniva dopo un derby, proprio come questa. Ma è solo un bel ricordo, la realtà oggi è ben diversa da allora”.

Anche per la partita contro la Roma, Ballardini farà ricorso al turn over: “Dopo il derby abbiamo avuto tre giorni per recuperare un po’ di energie, ma bisogna considerare che la nostra squadra non è abituata a giocare ogni tre giorni; per questo motivo, continuerò a fare un po’ di rotazione tra i giocatori”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here