Serie A

L’Atalanta sulla strada dell’Inter. Conte avverte: “Sono forti”

L’Inter è arrivata a uno snodo chiave della stagione. La capolista è chiamata a rispondere alla Juventus che battendo la Lazio ieri sera si è portata a -7 dalla vetta della classifica.

Ma l’avversaria di domani sera nel monday night della 26/a giornata è forse il cliente più scomodo che si possa incontrare: l’ambiziosa e spettacolare Atalanta di Gasperini, reduce da quattro vittorie consecutive e capace di andare in gol con facilità disarmante.

Conte mette in guardia i suoi: “Affrontiamo una grande”

Antonio Conte non sa cosa sia la paura; ma l’Atalanta in forma smagliante che domani la sua Inter affronterà al Meazza è in grado di togliergli il sonno: “Non so se sia la squadra migliore del campionato in questo momento, ma probabilmente lo è – sottolinea Conte -; l’Atalanta è in assoluto una grande realtà del nostro calcio”.

Il tecnico interista tesse le lodi della rosa atalantina: “Hanno costruito nel tempo un organico di altissimo livello, basta vedere la qualità dei giocatori che spesso vanno in panchina. Un nome su tutti: Muriel, che ha risolto tantissime gare complicate”.

Conte su Gasp: “A Bergamo l’ambiente ideale per lui”

Il segreto dei grandi risultati ottenuti dall’Atalanta negli ultimi tre anni è senza dubbio il grande lavoro della società nel costruire un club solido e organizzato e soprattutto il progetto tecnico portato avanti dall’allenatore piemontese: “Gian Piero sta facendo qualcosa di straordinario; ha trovato l’ambiente giusto per lavorare dopo gli ottimi risultati ottenuti a Genova e l’Atalanta è il club ideale per lui”.

Contro gli orobici, dovrebbero scendere in campo i cosiddetti titolarissimi, compreso il ritorno di Lautaro Martinez che a Parma era partito dalla panchina: “La squadra sta bene, siamo pronti a giocare una gara che si annuncia molto dispendiosa da tutti i punti di vista”.

In settimana su alcuni organi di stampa si è scritto della conferma di Conte per il prossimo anno; una decisione presa dal management italiano, che prescinde dunque dai possibili sviluppi societari. Il diretto interessato cerca di glissare: “Ho ancora un anno di contratto, il resto non mi interessa. Tutte le mie energie sono orientate sulla gara di domani; il mio futuro è la sfida contro l’Atalanta. Voglio riportare lo scudetto nella bacheca dell’Inter, sono concentrato solo su questo”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button