Serie A

Napoli-Bologna 3-1: Insigne show, ok anche Osimhen

Insigne trascina il Napoli che resta agganciato al treno dell’Europa che conta. Pur soffrendo, soprattutto nel primo tempo, gli azzurri superano 3-1 il Bologna al Maradona grazie ai gol  del capitano e del redivivo Osimhen e si riportano al sesto posto a soli tre punti dal quarto posto.

Tante le note positive emerse dalla sfida contro i felsinei in grado di confortare Gattuso in vista del rush finale di campionato; su tutte, il ritorno a buoni livelli di Osimhen, subentrato nella ripresa a uno spento Mertens e la crescita di condizione di capitan Insigne, a segno due volte e autore di una prestazione degna dei bei tempi.

Non sono tutte rose e fiori, però; anche contro il Bologna gli azzurri hanno sofferto di improvvise amnesie in fase difensiva e solo il palo e una grande parata di Ospina su Palacio hanno impedito alla squadra di Mihajlovic di agguantare il pareggio.

Altro motivo di preoccupazione è l’infortunio di Ghoulam; il trentenne esterno franco-algerino ha rimediato una distorsione al ginocchio sinistro e nella giornata di oggi si sottoporrà agli accertamenti di rito.

Il Napoli resta in silenzio stampa

Nonostante la vittoria, restano le bocche cucite in casa azzurra. Di conseguenza, nessuno tra i giocatori e l’allenatore ha rilasciato dichiarazioni e commenti nel dopo partita. Il 3-1 sul Bologna riporterà senz’altro un pizzico della serenità perduta, in particolare nei rapporti tra il presidente De Laurentiis e Rino Gattuso.

La gara contro i rossoblu intanto ha emesso una verità incontestabile: la squadra sta tutta con il proprio tecnico. Ed è già un buon punto di partenza.

Mihajlovic amaro: “Abbiamo giocato solo noi”

Ha parlato eccome Sinisa Mihajlovic. Il tecnico del Bologna non ha accolto bene la sconfitta contro il Napoli: “Una partita incredibile: noi abbiamo giocato, loro hanno fatto i gol”.

Mihajlovic insiste nell’analisi della gara: “Ci siamo fatti tre gol da soli; ce ne hanno annullati due, abbiamo preso un palo e abbiamo fallito diverse occasioni importanti. Se guardo il risultato dico che è fasullo. Comunque dobbiamo guardare avanti”.

Anche perchè con il Cagliari in netta ripresa, la quota salvezza si è improvvisamente alzata: “Dobbiamo recuperare almeno un paio dei quattro o cinque infortunati che abbiamo e serve ritrovare al più presto concentrazione e compattezza. Solo così possiamo pensare a una salvezza relativamente tranquilla”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button