E’ piuttosto chiaro l’obiettivo del Porto a poche ore dal ritorno degli ottavi di Champions contro la Juventus: difendere il vantaggio minimo conquistato al Do Dragao venti giorni fa con le unghie e con i denti.

I gol di Taremi e Marega nel 2-1 dell’andata consentono ai dragoni biancocelesti di poter impostare una gara di attesa all’Allianz Stadium, ma senza rinunciare a priori alla possibilità di colpire di rimessa.

Conceicao: “Juve forte, ma ci siamo preparati bene”

Il piano gara è tutto nelle parole del tecnico lusitano, Sergio Conceicao: “Ci siamo preparati a dovere, speriamo di ottenere un risultato positivo che ci porti ai quarti di finale”.

L’ultima volta che il Porto è riuscito a entrare tra le migliori otto squadre d’Europa risale alla stagione 2018-2019: “Rappresentiamo la storia di un grande club – sottolinea l’ex centrocampista di Lazio e Inter -, e dobbiamo onorarla al meglio”.

Rispetto alla gara di andata di venti giorni fa, i rapporti di forza sembrano completamente ribaltati. Conceicao ammette di temere la forza dell’avversario: “La Juventus è una delle favorite per la conquista della Champions League; è una società che da anni investe per vincerla e nelle ultime sei stagioni è arrivata due volte in finale”.

Capitolo formazione: a parte un po’ di pretattica, il Porto confida di recuperare qualche giocatore alle prese con lievi acciacchi: “Abbiamo accumulato un po’ di stanchezza ed è inevitabile giocando ogni tre giorni; ho qualche dubbio sugli undici da mandare in campo stasera. Non so se Corona riuscirà a farcela, anche Grujic ha qualche problema ed è monitorato. Prenderò una decisione su entrambi a ridosso della partita”.

“Battere la Juve come quando giocavo? Magari!”

Proprio contro la Juventus, Sergio Conceicao conquistò da giocatore con la maglia della Lazio il primo trofeo della sua avventura nel Bel Paese: la Supercoppa italiana. “Ho uno splendido ricordo di quella gara, provai una gioia immensa. Ma come tutti i ricordi appartengono al passato, ora sono proiettato solo sul presente e l’immediato futuro. Sarebbe magnifico passare il turno, ma so che servirà un’impresa straordinaria”.

Conceicao esprime infine un giudizio sulla Juventus di Pirlo: “Ho visto la gara contro la Lazio; ha giocato male i primi venti minuti anche per merito dei biancocelesti, poi però ha preso decisamente il sopravvento e alla fine ha vinto con merito. Ho visto una squadra di grande qualità e molto più dinamica che in passato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here