Un ottavo di Europa League che ha il profumo intenso della Champions. Donnarumma e compagni scalpitano al pensiero di affrontare con questo Milan sbarazzino e ambizioso un Manchester United che dopo qualche stagione sbagliata sta faticosamente tornando agli splendori di un tempo.

Domani sera a Old Trafford si affrontano due squadre che hanno fatto la storia del calcio europeo: insieme scenderanno in campo la bellezza di dieci Champions League, sette quelle vinte dal Diavolo, tre quelle conquistate dai Red Devils.

Pioli: “Contro lo United è un esame di maturità”

Stefano Pioli considera il match contro lo United una sorta di esame di maturità, il test chiave per capire il livello di crescita del suo gruppo: “La vittoria del Bentegodi ci ha restituito slancio ed entusiasmo; ora ci attende una gara bellissima, una di quelle partite che non si vede l’ora di giocare”.

La sfida di domani è un passaggio obbligato in un percorso di crescita che deve portare il Milan a rientrare nell’elite del calcio italiano e internazionale: “Si sta lavorando per tornare a vincere; Paolo (Maldini) ha detto che serviranno almeno due anni consecutivi in Champions per competere di nuovo a certi livelli e poter vincere trofei. La strada da fare è ancora lunga, ma dobbiamo affrontarla con entusiasmo e fiducia in noi stessi”.

Il Manchester United non è ancora quello di 10-15 anni fa, il dream team allenato da Sir Alex Ferguson che dominava la scena nazionale e internazionale mietendo trofei su trofei. Pioli però intravede una crescita importante dei diavoli rossi: “Ho visto il derby vinto contro il City di Guardiola e mi hanno fatto una grandissima impressione; è vero che probabilmente non vinceranno la Premier ma ho ammirato una squadra forte, compatta e ricca di grandi giocatori in tutti i reparti. Per noi sarà un test molto impegnativo; non impossibile, ma difficilissimo”.

Ancora tanti gli indisponibili; Tonali recuperato

Anche domani sera però, il tecnico rossonero deve risolvere parecchi problemi di formazione; Tonali ha recuperato, ma in tanti restano ancora fermi ai box. Rebic, Theo Hernandez, Ibrahimovic, Bennacer, Mandzukic e Calhanoglu non partiranno per Manchester e Romagnoli non è al meglio per un pestone ricevuto in allenamento. Pioli cercherà di recuperare almeno i primi due per la sfida di domenica al Meazza contro il Napoli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here