Serie A

Lazio-Crotone, Inzaghi ordina tre punti per la Champions

Battere il Crotone per non compromettere una volta per tutte la possibilità di qualificarsi alla prossima edizione della Champions League.

Del resto non ha alternative la Lazio alla conquista dei tre punti domani pomeriggio all’Olimpico. I biancocelesti, reduci da due sconfitte consecutive, ben tre nelle ultime cinque giornate, ospitano nell’anticipo della 27/a giornata i pitagorici apparsi rivitalizzati dal cambio sulla panchina deciso dalla società.

Con Serse Cosmi al posto di Giovanni Stroppa, Simy e compagni hanno maltrattato il Torino all’Ezio Scida riaccendendo, anche se ancora flebilmente, la speranza per una salvezza che avrebbe dell’incredibile.

Ma la Lazio non può più fallire; per recuperare il terreno perso dall’agognata zona Champions Immobile e compagni hanno un solo risultato a disposizione.

Inzaghi: “Gara ricca di insidie, ma dobbiamo vincere”

Il primo ad esserne pienamente  consapevole è Simone Inzaghi che mette in guardia i suoi: “Le insidie per domani sono tante. Sarebbe pazzesco da parte nostra sottovalutare il Crotone; incontreremo una squadra che grazie al cambio di guida tecnica ha ritrovato stimoli ed entusiasmo. Con la vittoria sul Torino sono tornati in corsa per la salvezza; tra l’altro dispongono di giocatori di buona qualità, soprattutto in attacco”.

La Lazio insomma non dovrà commettere l’errore di snobbare l’avversario: “Domani sera sarà fondamentale l’approccio; manca sempre meno alla fine del campionato e perdere punti adesso può risultare fatale. Siamo in un periodo delicato e c’è l’obbligo di tornare alla vittoria”.

“Contro la Juve ho visto 30 minuti di grande Lazio”

Brucia ancora la sconfitta rimediata sabato scorso contro la Juventus: “Abbiamo perso in malo modo contro i bianconeri, dopo aver disputato una mezz’ora abbondante di alto livello. Dopo il loro pareggio ci siamo disuniti; peccato, ma ormai è il passato. Ora dobbiamo guardare avanti, a un futuro che si chiama Crotone. La squadra ha lavorato bene in questi giorni, nell’allenamento di rifinitura capiremo chi è disponibile e chi invece ancora non lo è. Faremo – promette – una partita da vera Lazio”.

Un commento infine, doveroso peraltro, sulla cerimonia che ha visto Immobile essere premiato in Campidoglio con la Scarpa d’Oro, trofeo assegnato a fine stagione al bomber più prolifico del vecchio continente: “Ciro ha meritato di vincere questo premio – chiosa Inzaghi -. Mi ha fatto piacere che abbia ringraziato i suoi compagni, è anche merito loro se è riuscito a vincerlo”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button