Zinedine Zidane chiama Cristiano Ronaldo. Il tecnico del Real, nel corso della conferenza stampa della vigilia del match contro l’Atalanta, apre al ritorno del fuoriclasse portoghese nella capitale spagnola: “Cristiano di nuovo con noi? Può darsi, può darsi; lui qui ha fatto grandissime cose ed è ancora in grado di farle”. Una frase sorprendentemente esplicita che nelle prossime ore scatenerà ulteriori indiscrezioni di mercato.

Guai a credere che la qualificazione ai quarti di Champions sia già in cassaforte. Il Real Madrid parte in vantaggio sull’Atalanta, ma l’1-0 dell’andata ottenuto grazie al gol di Ferland Mendy a quattro minuti dalla fine non può costituire un margine troppo rassicurante e la squadra di Gasperini ha già dimostrato di poter battere avversarie più blasonate, come è accaduto contro Ajax e Liverpool.

Zidane: “L’Atalanta è capace di qualsiasi impresa”

Per questa ed altre ragioni il tecnico delle merengues, Zinedine Zidane, mette in guardia i suoi sulle insidie della sfida di domani contro gli orobici: “Domani sera si riparte da zero; sarà una gara complessa, non abbiamo fatto ancora nulla. Per passare il turno dovremo disputare la partita perfetta”.

Anche perchè l’Atalanta è un avversario imprevedibile e pericoloso: “Sono sicuro che verranno qui per vincere la partita, non alcun dubbio in merito. Ripeto che per passare ai quarti di finale dovremo disputare una partita praticamente perfetta. Gestire un vantaggio così risicato come l’1-0 è impossibile”.

Zidane: “Assenze pesanti, ma la rosa è lunga”

Quello che affronterà l’Atalanta non è certamente il Real nella sua versione migliore; alle merengues mancheranno sia Casemiro che Eden Hazard. “Sono assenze importanti – ammette Zidane – ma abbiamo altri giocatori in grado di sostituirli alla grande”.

L’ennesimo infortunio che ha colpito Hazard preoccupa non poco lo staff madridista: “Eden non è nelle giuste condizioni per scendere in campo, ma non posso spiegare nulla in questo momento. Non sarà a disposizione per domani, spero si tratti di una cosa da poco. Non si è mai infortunato tanto, ma non posso aggiungere altro. Tutti vogliamo aiutarlo, spero che a breve possa essere di nuovo a disposizione”.

L’incertezza assoluta regna però sui tempi di recupero dell’attaccante belga ex Chelsea: “Lo vogliamo vedere nuovamente in campo, in questo momento non è possibile, anche se lui vorrebbe giocare. Un caso? Non direi, queste sono problematiche che giocando a calcio con determinate pressioni possono capitare. Lo aspettiamo, tornerà più forte”.

Tra chi sarà in campo contro gli orobici c’è molto probabilmente Rodrygo Goes, ventenne attaccante brasiliano in crescita esponenziale: “Sappiamo perfettamente cosa è in grado di fare, siamo davvero molto contenti di ciò che sta facendo e di come si è integrato nel gruppo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here