Calciomercato Milan, non c’è intesa sul rinnovo di un big della difesa. Non è da escludere una sua cessione a giugno

Non solo Donnarumma e Calhanoglu. Come se non bastassero le trattative spinose per il portiere della Nazionale e il fantasista turco, un altro rinnovo tornato improvvisamente in discussione ha messo in allarme la dirigenza del Milan in queste ultime ore.

Calciomercato Milan, trattativa in salita: distanza tra domanda e offerta

Il dg Paolo Maldini, coadiuvato dal direttore sportivo Ricky Massara, sono al lavoro per rinforzare la rosa in vista della prossima stagione. Prima però di pensare a nuovi acquisti, i dirigenti rossoneri dovranno stabilire con certezza sia le conferme che le eventuali partenze.

La novità è che tra i cosiddetti incedibili, a sorpresa, rischia di non far parte Alessio Romagnoli. Il 26enne capitano rossonero è a un solo anno dalla scadenza di contratto. Acquistato nell’estate del 2015 dalla Roma, a partire dal prossimo febbraio sarà libero di accordarsi con un altro club. Il Milan sta facendo di tutto per scongiurare di perdere a zero un difensore seguito da molti grandi club ma la trattativa con il suo agente, Mino Raiola, si sta complicando giorno dopo giorno.

Calciomercato Milan, Romagnoli piace in Spagna

Secondo la Gazzetta dello Sport, per firmare il rinnovo Romagnoli chiede quasi il doppio di quanto percepito attualmente, passando così da 3,5 a 6 milioni netti a stagione. Una richiesta che il Milan non è intenzionato a soddisfare, almeno per il momento.

Nel caso in cui arrivasse la rottura definitiva, le alternative di grande livello sarebbero sostanzialmente due: in Italia la Juventus, all’estero il Barcellona. Ed è proprio il club blaugrana, ad oggi, l’opzione più percorribile; Ronald Koeman avrebbe richiesto espressamente l’acquisto di un difensore centrale mancino capace di impostare il gioco dal basso. L’identikit corrisponde al profilo del capitano del Milan.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here