Dal 25 al 31 marzo si è disputata la fase a gironi dell’Europeo under 21, che hanno sancito la qualificazione alla fase finale di Olanda, Spagna, Portogallo, Francia, Croazia, Italia, Danimarca e Germania. La fase finale è prevista lunedì 31 maggio, dove si affronteranno le otto squadre nei quarti di finale. Olanda-Francia si sfideranno a Bucarest alle ore 18:00, Spagna-Croazia allo stesso orario a Maribor, Portogallo-Italia a Lubiana alle ore 21:00, allo stesso orario a Székesfehérvár si sfideranno Danimaca e Germania. In questo articolo vogliamo soffermarci i principali talenti che saranno protagonisti nella fase finale dell’Europeo under 21.

Fabio Vieira – Portogallo

Non è sceso in campo nella sfida degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus, ma il giocatore del Porto Fabio Vieira è uno dei principali talenti del calcio portoghese. Classe 2000, è un trequartista che somiglia per caratteristiche tecniche a Bruno Fernandes. Può giocare anche come mezzala, nella fase a gironi dell’Europeo under 21 ha realizzato due gol nella prima partita contro la Norvegia. Nell’ultima invece grazie alla sua intuizione è arrivato il gol del 2 a 0 contro la Svizzera che ha garantito la qualificazione al Portogallo alla fase finale. Di piede mancino, è bravo ad utilizzare anche il piede destro.

Juan Miranda – Spagna

Il terzino sinistro di proprietà del Barcellona è destinato ad avere un grande futuro non solo nella squadra catalana ma anche nella nazionale maggiore spagnola. Cresciuto molto velocemente, Juan Miranda ha già acquisito molta esperienza internazionale. Ha giocato in prestito allo Schalke 04, in questa stagione invece è al Betis Siviglia ma al Barcellona hanno molta fiducia su di lui. In futuro potrebbe ereditare la fascia sinistra di Jordi Alba. Nel match contro l’Italia ha sofferto la fisicità ma in quanto a talento e a capacità di crossare rimane uno dei migliori talenti del calcio europeo.

Odsonne Edouarde – Francia

La punta classe della nazionale francese Odsonne Edouarde è  probabilmente uno dei giocatori più pronti a fare il definitivo salto di qualità anche perché uno dei più esperti dell’Europeo under 21. Classe 1998, è cresciuto nel Paris Saint Germain prima di trasferirsi al Celtic nel 2018 per 11,4 milioni di euro. In tre stagioni ha disputato 151 partite realizzando 75 gol. E’ stato decisivo nella seconda e terza parte del girone di qualificazione alla fase finale dell’Europeo under 21, segnando sia contro la Russia che contro l’Islanda.

Ridle Baku – Germania

Mezzala, esterno destro o terzino, Ridle Baku è sia veloce che solido fisicamente, e a queste qualità aggiunge anche ottime capacità di inserimento. Di origini congolesi, decide di cambiare nome da Bote Nzuzi in quello attuale in onore dell’idolo di suo padre, Karl Heinze Riedle, ex punta del Borussia Dortmund. Attualmente gioca in Bundesliga, nel Magonza.

Teun Koopmeiners – Olanda

Classe 1998, Teun Koopmeiners gioca nell’Az Alkmaar insieme a suo fratello, di due anni più giovane. Centrocampista di quantità, ha piedi buoni e un’ottima visione di gioco, e dal dischetto non sbaglia quasi mai. E’ capitano della nazionale olandese, si è parlato qualche tempo fa di un interessamento del Milan e del Napoli per il giocatore.

Nikola Moro – Croazia

Cresciuto nel settore giovanile della Dinamo Zagabria, Nikola Moro è stato probabilmente il migliore della nazionale della Croazia nella prima fase dell’Europeo under 21. È un regista moderno, box to box, molto bravo nell’impostazione ma anche negli inserimenti. Viene paragonato in Croazia a Ivan Rakitic, centrocampista attualmente al Siviglia.

Gustav Isaksen – Danimarca

Uno dei principali talenti della Danimarca è il centrocampista di fascia Gustav Isaksen, che è stato uno dei protagonisti della sua nazionale nella fase a girone dell’Europeo under 21. Classe 2001, gioca nel Midtjylland ed ha già esordito in Champions League in questa stagione. Ha infatti giocato sia contro l’Ajax che contro l’Atalanta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here