Kostas Manolas è uno dei migliori centrali difensivi della Serie A. Una reputazione costruita nel corso della sua militanza alla Roma e che è tornata ad affiorare nel corso dell’ultima stagione con il Napoli, dopo alcuni passaggi a vuoto in quella precedente, dovuti anche ad una imperfetta condizione fisica. Recuperata la quale il difensore greco è tornato un implacabile mastino, per la gioia della tifoseria partenopea.

Chi è Kostas Manolas

Kostas Manolas, nato a Nasso il 14 giugno 1991, è un difensore centrale che fa della velocità la sua arma migliore. Cui unisce la forza nei contrasti aerei, che riesce a far valere anche sui calci da fermo a favore della propria squadra. Grazie ad esse riesce a farsi perdonare una tecnica non proprio ottimale e le lacune nella costruzione del gioco.

La sua carriera

Kostas Manolas ha iniziato a farsi notare nelle file dell’AEK, per poi trasferirsi all’Olympiakos, prima di consacrarsi a livello internazionale con la maglia della Grecia ai Mondiali disputati in Brasile.
Nell’estate del 2014 è stata quindi la Roma ad individuarlo come ideale sostituto del partente Benatia. Il suo esordio in Serie A è avvenuto il 30 agosto dello stesso anno, nella gara vinta dai giallorossi contro la Fiorentina per 2-0. Da quel momento ha disputato cinque stagioni con la squadra capitolina, nel corso delle quali ha collezionato 156 gare e 5 reti in campionato, oltre alle 45 partite internazionali, in cui ha messo a segno tre reti.
Nell’estate del 2019 è infine passato al Napoli, in cambio di 36 milioni di euro, con cui ha disputato l’ultimo biennio.

Quanto guadagna Kostas Manolas?

Kostas Manolas guadagna 4 milioni di euro netti a stagione. Si tratta di uno stipendio molto elevato, ma abbastanza logico alla luce del rendimento che è stato palesato dal difensore nel corso della sua esperienza romana.

La sua vita privata

Kostas Manolas è sposato con la connazionale Niki Prevezanou. Il loro rapporto è stato coronato dalla nascita di due figlie, Kostantina e Flora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here