Valentin Antov è atteso dalla tifoseria del Bologna ad una crescita in linea con le referenze che ne hanno accompagnato l’arrivo in Italia. Prima di approdare in Emilia, infatti, il giocatore era stato seguito da Roma, Arsenal e Manchester United, le quali hanno però poi mollato la presa lasciando campo libero a Walter Sabatini. Nei mesi trascorsi in Serie A ha già dato un assaggio delle sue doti e ora ci si attende una ulteriore evoluzione in termini di rendimento.

Chi è Valentin Antov

Valentin Antov, nato a Sofia il 9 novembre 2000, è un difensore centrale dotato di buone doti tecniche, retaggio degli inizi da centrocampista. Cui abbina notevoli mezzi fisici, che gli consentono di primeggiare sui palloni aerei e un agonismo mai fine a sè stesso. Considerata la giovanissima età, sono in molti ad attendersi una crescita esponenziale del suo rendimento nel corso della prossima annata, in cui potrà far conto anche sull’esperienza accumulata nei mesi passati.

La sua carriera

Valentin Antov ha iniziato la carriera nel CSKA Sofia, la squadra della sua città. Ove ha svolto la consueta trafila dalle giovanili alla prima squadra, prima dell’esordio nella massima serie bulgara, avvenuto nell’aprile del 2018.
Dopo essersi messo in grande evidenza durante l’Europa League 2020-21, è stato quindi prelevato dal Bologna in prestito con obbligo di riscatto, con un investimento complessivo pari a 3,5 milioni di euro. Ove ha fatto il suo esordio in Serie A il 3 marzo 2021, nella gara persa dai felsinei contro il Cagliari.

Quanto guadagna Valentin Antov?

Non si hanno notizie precise sullo stipendio di Valentin Antov. Che dovrebbe essere comunque molto contenuto, considerato il suo arrivo da un calcio non certo ricco come quello bulgaro e gli standard salariali del Bologna.

La sua vita privata

Valentin Antov è fidanzato con la connazionale Ivana. Un rapporto reso da lui pubblico con annesso autogoal, a livello di immagine. Il giocatore, infatti ha pubblicato sul proprio profilo Instagram i video di una gita fatta con lei a Venezia proprio nel corso del lockdown, poi rimossi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here