L’Inter è attesa da settimane importanti in tema calciomercato. Arrivano conferme sul fatto che la società nerazzurra abbia chiesto ai suoi dirigenti di cercare di cedere alcuni giocatori così da attutire il pesante debito registrato nelle ultime due stagioni a causa dell’emergenza coronavirus. Fino a qualche giorno gran parte dei giornali sportivi confermavano come l’esigenza principale dell’Inter fosse quella di registrare plusvalenze finanziarie entro il 30 giugno, data di approvazione del bilancio d’esercizio. A smentire questa notizia ci ha pensato il giornalista sportivo Fabrizio Biasin, che sul suo account ufficiale di Twitter ha dichiarato che la proprietà ha posto come obiettivo primario alla dirigenza quello di cercare di incassare dalle cessioni almeno 80 milioni di euro.

Di conseguenza l’Inter non avrebbe necessità di fare plusvalenze finanziarie entro il 30 giugno e di cedere alcuni pezzi pregiati entro l’approvazione del bilancio d’esercizio. Questo sarebbe spiegato anche dal rifiuto dell’Inter all’offerta del Paris Saint Germain per Hakimi di 70 milioni di euro. I nerazzurri infatti valutano il terzino marocchino circa 80 milioni di euro.

Fabrizio Biasin sul mercato dell’Inter

Rispetto a quello che si legge (l’Inter per questioni di bilancio deve realizzare le famose plusvalenze entro il 30 giugno”) la risposta è no: la proprietà ha chiesto alla dirigenza di portare 80 mln entro la fine del mercato. Sembra un particolare di poco conto, ma non lo è”. Questo il tweet del giornalista sportivo Fabrizio Biasin che quindi smentisce la necessità per l’Inter di fare plusvalenze finanziarie entro il 30 giugno. Entro la fine del mercato, stando alle dichiarazioni del giornalista sportivo, dovrebbe realizzare un utile da 80 milioni di euro con le cessioni. Potrebbe quindi bastare una sola cessione pesante ed alcune cosiddette ‘minori’ come quelle di Perisic, Alexis Sanchez e Arturo Vidal. A queste poi bisogna aggiungere anche quelle dei giocatori che hanno disputato la stagione 2020-2021 in prestito in altre società. Su tutti i centrocampisti Joao Mario e Radja Nainggolan, che potrebbero essere acquistati a titolo definitivo dallo Sporting Lisbona e dal Cagliari.

Il mercato dell’Inter

La cessione pesante potrebbe essere quella di Hakimi. Il terzino marocchino infatti, come già anticipato, piace al Paris Saint Germain. La società francese però non vorrebbe spendere più di 70 milioni di euro. Per questo la trattativa si sarebbe fermata, l’Inter infatti vorrebbe almeno 80 milioni di euro. Negli ultimi giorni però anche il Chelsea si sarebbe interessato al giocatore e potrebbe offrire un giocatore gradito all’Inter. Si tratta di Marcos Alonso, lo spagnolo sarebbe preferito rispetto a Emerson Palmieri. La società nerazzurra proverà a ricavare un importante tesoretto anche dalle cessioni di Perisic, Sanchez e Vidal. Tutti giocatori che hanno un ingaggio superiore ai 5 milioni di euro a stagione e che pesano molto sul bilancio societario. Quello che sembra avere più mercato è il centrocampista cileno, che piace allo Zenit San Pietroburgo e al Fenerbahce. Entrambe le squadre saranno protagoniste in Champions League la prossima stagione. Non è però da scartare anche un possibile addio di Lautaro Martinez. Se dovesse arrivare un’offerta importante (intorno ai 70 milioni di euro), l’Inter potrebbe valutare la sua partenza. Il Barcellona se riuscisse a cedere Griezmann potrebbe provare ad acquistarlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here