Rade Krunic è alla ricerca di un ruolo maggiore nel Milan. Il centrocampista si attendeva probabilmente qualcosa di più quando la dirigenza rossonera lo ha prelevato dall’Empoli, ma nei due anni trascorsi sotto la Madonnina è stato costretto spesso ad accontentarsi di ritagli di gara. Proprio per questo potrebbe infine accettare la corte che in queste ore gli stanno muovendo alcuni clubs di Serie A.

Chi è Rade Krunic

Rade Krunic è nato a Foča, in Bosnia-Erzegovina, il 7 ottobre del 1993. Centrocampista moderno e versatile, è in grado di disimpegnarsi in molti ruoli. Evidenziando tecnica di prim’ordine e intelligenza tattica, che gli consente spesso di fare la scelta migliore per la squadra.

La sua carriera

Rade Krunic ha iniziato a farsi notare nelle file del Donji Srem, nel massimo campionato serbo. Ove ha totalizzato 51 gare e 6 reti prima di spostarsi al Borac Čačak, nel gennaio del 2015.
Nell’estate dello stesso anno è quindi sbarcato in Italia, precisamente all’Empoli, con cui ha esordito in Serie A il 4 ottobre, nella gara vinta con il punteggio di 2-0 contro il Genoa.
Dopo un quadriennio in Toscana, caratterizzato da 116 presenze e 12 segnature, nel luglio del 2019 è stato quindi il Milan a versare 8 milioni di euro nelle casse dell’Empoli, assicurandosene le prestazioni. Sino a questo momento ha collezionato in rossonero 40 gare e una rete.
Vanta anche 21 presenze e due reti con la Bosnia-Erzegovina, con la quale ha fatto il suo esordio il 3 giugno del 2016, nella gara pareggiata per 2-2 con la Danimarca.

Quanto guadagna Rade Krunic?

Il centrocampista bosniaco guadagna 1,1 milioni di euro netti all’anno. Il suo contratto è stato sottoscritto nel luglio del 2015 e ha validità quinquennale. Scadrà di conseguenza il 30 giugno del 2024, a meno di nuovi accordi tra le controparti.

La sua vita privata

Il giocatore rossonero è stato in passato fidanzato con la connazionale Noemi. Una storia la quale sembra però ormai un lontano ricordo, tanto che nel corso del tempo il giocatore è stato accreditato di relazioni con Viviana Vizzini e Virginia Stablum, entrambe note per la partecipazione a “Uomini e donne”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here