Federico Chiesa era vicino a smettere di giocare al tempo delle giovanili, nella Fiorentina. L’ attaccante bianconero , in una lunga intervista al Daily Telegraph alla vigilia di Juventus-Chelsea, ha rivelato la sua difficile condizione quando era un giocatore in erba tra le fila della Viola.

Chiesa e le sue dichiarazioni scoccanti

Federico Chiesa è cresciuto nella Fiorentina, spinto al mondo del pallone da suo padre Enrico che ha sempre creduto nel potenziale del figlio. Tuttavia gli inizi non sono stati dei migliori. Chiesa ha dichiarato che  era sempre scartato dagli allenatori e non giocava “quasi mai”. Quindi ha rivelato di pensare di smettere con quell’ ambiente e di fare qualcos’ altro grazie al quale potersi realizzare, prima di tutto come persona. Ma le cose, lo sappiamo tutti, sono andate in maniera decisamente diversa.

L’ aiuto della famiglia e la sua voglia di non arrendersi

Chiesa ha affermato che a 14 anni era effettivamente piccolo e magro,  e non possedeva quella fisicità richiesta dagli allenatori anche per quell’ età. Per questo motivo non giocava. Ma l’ intervento della famiglia lo hanno spronato a non  arrendersi. Chiesa ha lavorato duramente per far crescere il suo corpo e negli allenamenti era l’ ultimo a lasciare il campo. I fatti gli hanno dato ragione e oggi è uno degli attaccanti più forti del campionato Italiano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here