Alberto Grassi è quest’anno di stanza al Cagliari, ove spera di riprendere a crescere, dopo anni in cui non è riuscito a confermare del tutto le doti fatte intravvedere ad inizio carriera. Ove ci riuscisse potrebbe dare una valida mano ad una squadra che si trova in un momento abbastanza complicato, il quale sembra riproporre le stesse difficoltà della stagione precedente.

Chi è Alberto Grassi

Alberto Grassi è nato a Lumezzane, il 7 marzo del 1995. Centrocampista in grado di interpretare vari ruoli, ha nel dinamismo e nella versatilità le doti principali. E’ infatti in grado di intercettare la palla e rilanciare il gioco della propria squadra con analoga resa. Non disdegna inoltre l’inserimento nel cuore dell’area avversaria, per cercare di finalizzare l’azione.

La sua carriera

Alberto Grassi ha iniziato nelle giovanili dell’Atalanta, con cui ha esordito in Serie A il 22 novembre 2014, nel corso della gara persa contro la Roma per 2-1. Ben presto le sue prestazioni hanno attirato sguardi interessati, tanto da indurre il Napoli a versare 10 milioni agli orobici per assicurarsene il cartellino.
La sua avventura coi partenopei non è però mai decollata, partendo con una frattura al perone, spingendo la dirigenza partenopea ad inviarlo in prestito prima alla SPAL e poi al Parma. Infine, nel corso dell’ultima estate un nuovo trasferimento, questa volta al Cagliari, che gli ha comunque permesso di restare in massima serie, ove ha sinora totalizzato 111 presenze e 5 reti.

Quanto guadagna Alberto Grassi?

Il centrocampista lombardo guadagna 900mila euro netti a stagione. Il suo contratto è valido sino al 30 giugno del 2022, ma trattandosi di un prestito con obbligo di riscatto dovrà sicuramente essere ridiscusso con il Cagliari.

La sua vita privata

Alberto Grassi dovrebbe essere fidanzato ormai da tempo. Nel 2016, infatti, già viveva ad Arco con la sua ragazza, come confessato nel corso di una intervista rilasciata al Corriere dello Sport, anche se non si hanno notizie al riguardo dopo quella data.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here