Non si placano le polemiche riguardo la piattaforma DAZN. Nelle prime sette giornate di campionato si sono infatti verificati numerosi disservìzi che hanno mandato su tutte le furie gli abbonati. La serie A, alla luce di queste proteste, sarebbe pronta a far valere i propri diritti, con sky fortemente interessata alla vicenda.

DAZN E I PROBLEMI CHE SEMBRAVANO SUPERATI

In queste prime giornate di campionato era davvero tanta la speranza che i problemi della piattaforma in streaming fossero stati superati. Ma non è stato così. Blocchi improvvisi dell’ immagine, impossibilità di accedere al sito durante le partite e altre difficoltà legate alla connessione hanno impedito a molti utenti di collegarsi con i match della serie A, generando un vespaio di polemiche. Ricordiamo che DAZN, con gli 840 milioni a stagione messi sul piatto, è depositaria per intero dei diritti legati alla serie A, lasciando a Sky solo le briciole. Infatti il colosso di Murdoch può trasmettere solo 3 partite, ma in compartecipazione con la stessa DAZN. Ora un clamoroso ribaltone sembra profilarsi all’ orizzonte.

I dati d’ ascolto “crollati”

Il numero di persone che hanno sottoscritto l’ abbonamento con DAZN si aggira intorno al milione. Dati che sono “deficitari” rispetto alla scorsa stagione. Tuttavia DAZN continua ad affermare che il servizio andrà via via migliorando e che non c’ è da preoccuparsi. Ma Sky è vigile, pronta ad un’ eventuale quanto clamorosa “sostituzione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here