Ernesto Torregrossa è ormai una vecchia conoscenza del nostro calcio. L’attaccante siciliano, infatti, ormai da anni frequenta i campi professionistici, riuscendo a fornire un discreto contributo sia in zona goal che negli sviluppi del gioco. Caratteristica che gli è valsa la conferma nella Sampdoria di quest’anno, che conta anche sulla sua esperienza per poter centrare una tranquilla salvezza.

Chi è Ernesto Torregrossa

Ernesto Torregrossa è nato a San Cataldo, il 28 giugno del 1992. Attaccante centrale dotato di fisico poderoso accoppiato a buona velocità di base, è in grado di farsi valere in profondità e nel gioco di appoggio al proprio centrocampo. Cui unisce discrete doti balistiche, che gli consentono di essere pericoloso anche dalla media distanza.

La sua carriera

Ernesto Torregrossa ha iniziato a farsi notare tra i semiprofessionisti, ove ha indossato le maglie di Verona, Siracusa, Monza, Como e Lumezzane prima di trovare una sistemazione a Crotone, in Serie B, nella stagione 2014-15. Dopo un passaggio intermedio a Trapani, è però a Brescia che ha trovato la stabilità a lungo cercata. Ripagata dalle 39 reti segnate in 123 gare disputate con le rondinelle, con cui ha anche fatto il suo debutto in Serie A, il 31 agosto del 2019, nel corso della gara persa al Meazza contro il Milan con il punteggio di 1-0.
Nel gennaio del 2021 è infine passato alla Sampdoria, firmando un contratto quadriennale, con la quale ha sinora disputato 8 gare e messo a segno una rete.

Quanto guadagna Ernesto Torregrossa?

L’attaccante di san Cataldo guadagna 800mila euro netti a stagione. Uno stipendio quindi abbastanza importante, considerato che è lo stesso di Emil Audero. Un appannaggio di cui il giocatore potrà godere sino al 30 giugno del 2025.

La sua vita privata

Ernesto Torregrossa è fidanzato ormai da tempo con Consuelo, un rapporto reso ancora più forte dalla nascita di una figlia, Maria Vittoria, nel gennaio del 2018.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here