La cosiddetta “storta alla caviglia” è un infortunio fastidioso che può capitare in qualsiasi momento della giornata e non è necessariamente legato ad una attività fisica. Molte volte infatti le distorsioni alla caviglia si verificano magari mentre stiamo camminando perchè si poggia male il piede provocando un movimento innaturale.

Distorsione alla caviglia, che cos’ è

Ma vediamo nei dettagli cosa significa e cosa comporta subire l’ infortunio di una caviglia slogata. Si parla infatti di distorsione caviglia quando con un movimento innaturale questa aricolazione si piega oltre i limiti della propria ampiezza. Le problematiche legate alle storte caviglia possono derivare da un trauma distorsivo acuto, quando la storta alla caviglia è causata da un urto improvviso, o da un trauma distorsivo cronico, quando il problema sorge a seguito di sovraccarichi di lavoro continui.

Quali sono i muscoli interessati nel caso di una slogatura alla caviglia

Il dolore legato alle distorsioni alla caviglia è intenso e in alcuni casi comporta l’ immediato stop per un innaturale gonfiore caviglia dopo distorsione. L’ infortunio interessa i tendini e muscoli con conseguente perdita momentanea delle relazioni articolari tra le due estremità dell’ osso. L’ impossibilità di poggiare il piede a terra rende difficile la ripresa dei movimenti e gli effetti sono immediati con fastidi lancinanti.

Quali sono le cause di una slogatura caviglia

Abbiamo detto che questo genere di infortuni può capitare a chiunque in un qualsiasi momento della giornata. Tuttavia vi possono essere anche cause “specifiche” in cui risulta molto più alta la probabilità di incappare nella cosiddetta “storta” con la caviglia gonfia dopo distorsione. Tra i “fattori” vi sono alcuni tipi di sport, quali ad esempio calcio, volley, basket poichè hanno un’ alta percentuale di slogature alla caviglia per il continuo impatto col terreno e con la possibilità di poggiare male il piede; camminare su terreni accidentati, fangosi o irregolari con calzature non adatte, come ad esempio tacchi alti; da non sottovalutare inoltre l’ obesità e il sovrappeso  che gravano in maniera nociva sulla caviglia.

Classificazione delle storte caviglia

Le cosiddette “storte” sono classificate in base alla serietà del danno provocato, anche se questa sorta di classificazione è molto generica poichè non esiste una reale graduatoria dell’ infortunio. Tuttavia possiamo ritenere una distorsione di “primo grado” quando si tratta di un trauma piuttosto lieve senza lesioni di sorta; distorsione di “secondo grado” se si verifica una lesione seria ma non grave dei legamenti con conseguente lieve gonfiore; distorsione di “terzo grado” quando abbiamo un coinvolgimento dei legamenti e dolore molto intenso con gonfiore evidente.

Come curare una storta

Vi sono vari rimedi e soluzioni che consentono di “sgonfiare” una caviglia soggetta a questo fastidioso incidente. Bisogna ricordare che è bene applicare sulla parte interessata una borsa col ghiaccio in tempi ristretti, in modo tale da impedirne almeno parzialmente il gonfiore. Tra i rimedi annoveriamo la “protezione” dell’ osso, ossia non caricare eccessivamente la caviglia gonfia storta con l’ aiuto di supporti esterni quali le stampelle. Il riposo inoltre è altamente consigliato per agevolare la guarigione in tempi piuttosto brevi. Un bendaggio tale da immobilizzare la caviglia è una soluzione che può ridurre il gonfiore e generare sollievo nell’ utente, soprattutto se abbinato ad un tutore. E’ bene non togliersi subito le scarpe in caso di infortunio e in assenza di soccorsi per evitare di accentuare il danno e l’ afflusso di sangue.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here