Martin Hongla è una delle tante giovani speranze che sono arrivate nel corso dell’estate in Italia. A chiamarlo il Verona, il quale spera che il giovanissimo camerunense riesca ad ambientarsi presto e a fornire un valido aiuto alla salvezza del club scaligero. Una speranza fondata proprio sulle doti già evidenziate dal giocatore nelle sue precedenti esperienze.

Chi è Martin Hongla

Martin Hongla è nato a Yaoundé, in Camerun, il 16 marzo del 1998. Si tratta di un centrocampista difensivo, dotato di notevole senso tattico e forza fisica, bravo in particolare a sradicare palloni dai piedi degli avversari e a far ripartire la propria manovra.

La sua carriera

Martin Hongla ha iniziato il suo percorso professionale nelle giovanili del Granada, venendo inizialmente incluso nella squadra B, militante nella seconda divisione iberica.
Nella stagione 2017-18 ha quindi fatto il suo esordio in prima squadra e nel successivo biennio ha collezionato dieci gare in Liga, per poi trasferirsi in prestito al Barcellona, venendo anche in questa caso aggregato alla squadra B.
Il 2019 lo ha invece visto trasferirsi in Ucraina, al Karpaty Lvov, con cui è sceso in campo 13 volte, mettendo a segno due reti. Il passo successivo è stato il trasferimento in Belgio, al Royal Antwerp, ove ha collezionato 58 presenze e 3 reti tra Jupiler Pro League, Europa League e coppa nazionale.
Infine in estate è arrivato il trasferimento al Verona, con cui ha esordito in Serie A il 21 agosto, nel corso della gara persa contro il Sassuolo con il punteggio di 3-2.
Vanta anche otto presenze con la Nazionale del suo Paese, nonostante la giovanissima età.

Quanto guadagna Martin Hongla?

Martin Hongla guadagna 400mila euro netti a stagione. Il suo contratto è valido per un anno, ma potrebbe essere oggetto di rinegoziazione, in caso di una conferma da parte della società scaligera.

La sua vita privata

Il centrocampista camerunense non dovrebbe essere attualmente impegnato in relazioni di alcun genere. Anche perché giovanissimo e quindi impegnato in questo momento a concentrare le sue attenzioni sul calcio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here