Le bacche di goji sono frutti di un arbusto di origine tibetana. Esse sono caratterizzate da una struttura molto piccola e sono di colore rosso. A detta di molti vegani le bacche di goji fanno bene con effetti positivi sia a livello nutrizionale che terapeutico. Alcuni di questi benefici bacche di goji sono concretamente testati e dimostrati, altri invece non hanno riscontro materiale e molto spesso risultano delle vere e proprie “leggende metropolitane”.

Bacche di goji proprietà

Le origini delle bacche di goji si perdono nella notte dei tempi. Infatti esse sono conosciute e utilizzate da epoche remote  e sono un elemento indispensabile nella medicina cinese e tibetana. In un mondo come quello di oggi in cui la globalizzazione la fa da padrone i giovamenti delle bacche di goji sono giunti sino a noi e nel ventunesimo secolo sono stati sfruttati nell’ alimentazione occidentale, anche se solo per specifici alimenti. Questo frutto viene utilizzato non tanto per piatti prelibati da servire ai commensali. L’ effetto bacche di goji infatti è evidente nei miglioramenti che apportano alla salute degli individui. I semi del goji sono ottimi integratori alimentari in quanto ricchi di sali minerali e antiossidanti.

A che servono le bacche di goji e il loro utilizzo

Le bacche di goji si sono affermate nell’ alimentazione occidentale per la grande ricchezza nutrizionale in esse contenuta, oltrechè per la presenza di sali minerali vari. Alla domanda “le bacche di goji a cosa fanno bene” i sostenitori del loro utilizzo sottolineano principalmente la ricchezza nutrizionale di questi frutti asiatici. Inoltre i benefici del goji vengono esaltati per le loro indubbie qualità terapeutiche. Esse fungono da antiossidanti, immunostimolanti, antiallergici ed hanno, a detta dei loro “simpatizzanti”, indubbie qualità che aiutano nella concentrazione.

La cura e i miglioramenti sul metabolismo

Non tutte le fonti di erboristerie fanno risalire alle  bacche di goji  i favori nutrizionali sopra descritti. Infatti vengono considerati alla stregua dei frutti di bosco e  il loro apporto energetico “moderato”. Vi è una notevole presenza di glicidi e di proteine varie che prendono il nome di “lipidi”. Ma i detrattori sostengono altre tesi. Infatti sembra impossibile che delle “bacche”, seppur asiatiche, possano contenere  quelle caratteristiche nutrizionali che, da sole, bastano ad ottenere un’ alimentazione completa. Questa tesi è confutata e considerata come eccessiva e sopravvalutata. I regimi nutrizionali vegani considerano il “goji” come pianta in grado di sostituirsi ad un pasto completo per i vantaggi nutrizionali e le proteine in essa contenute. Ma non è cosi e i medici specializzati nell’ alimentazione diffidano dal seguire queste “tesi proteiche” , tacciate senza mezzi termini come millanterie. Quindi secondo i nutrizionisti questi semi di origine asiatica sono degli ottimi integratori e nulla più.

Proprietà e caratteristiche

C’ è da dire che, comunque le piante suddette  contengono degli elementi naturali di ottima qualità le cui funzioni sono ampiamente riconosciute. Infatti rafforzano le membrane del tessuto nervoso e abbassano il rischio di malattie vascolari incidendo in maniera determinante sul metabolismo. Sono considerate degli ottimi antitumorali e ritardano l’ invecchiamento.

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here