E’ stata una serata da incubo per la “vecchia signora”. La Juventus è uscita dal campo umiliata con un risultato di 4-0 ad opera del Chelsea. Un smacco nel gioco e nell’ atteggiamento, che ha gettato ombre sul futuro di mister Allegri, apparso ieri sera completamente impotente mentre la barca affondava tra gli sberleffi dei tifosi inglesi.

Una “debàcle” che non compromette il passaggio al turno successivo

C’ è da dire che la Juventus aveva già in tasca il “pass” per il turno degli ottavi di Champions e che forse sia stata questa la ragione di un tale suicidio tattico. La formazione piemontese però è apparsa avulsa dal campo e priva di idee, quasi come se non aspettasse altro che finisse la partita per tornare in Italia. E questo comportamento è inaccettabile da parte di una squadra con un così elevato blasone come la Juventus.

I processi verso l’ allenatore

Primo imputato del clamoroso risultato di ieri sera è Allegri. La squadra infatti ha subito una vera e propria lezione di gioco con scambi repentini e una velocità di esecuzione che non hanno lasciato alcuna possibilità ai bianconeri. Il migliore in campo è stato Szczesny che ha limitato i danni con interventi decisivi. E questo la dice lunga su una partita che la Juventus farà bene a dimenticare in fretta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here