Osimhen, l’ attaccante nigeriano in forza al Napoli, è stato operato a seguito del pauroso scontro con il difensore del’ Inter, Skriniar. L’ operazione è perfettamente riuscita, anche se è risultata, a detta del medico che l’ ha operato, “più complessa del previsto”. Il volto tumefatto di Osimhen, che esce dal campo con un vistoso ematoma sull’ occhio sinistro e incapace di parlare, è una della immagini più impressionanti della domenica calcistica della nostra serie A.

La complessità dell’ì operazione

Le condizioni del nigerino subito dopo l’ impatto sono apparse subito gravi. Osimhen infatti, subito dopo il pauroso “testa contro testa” con il difensore neroazzurro, si è accasciato a terra e non riusciva ad alzarsi. Dopo vari tentativi i medici lo hanno portato fuori dal campo, dove è apparsa subito a tutti i presenti la gravità della situazione. All’ uscita dal rettangolo di gioco, Osimhen ha ricevuto gli applausi della tribuna di S.Siro oltre a messaggi di solidarietà sui social da parte di coloro che amano il calcio.

Le parole del medico

Gianpaolo Tartaro, il medico che l’ ha operato, ha parlato di “condizioni disperate” quando l’ attaccante si è presentato. Il luminare ha spiegato proprio ieri alla stampa che non si è trattato di una semplice frattura allo zigomo ma di una sorta di “frantumazione ossea” che ha riguardato diverse parti del viso. I tempi di recupero si prevedono piuttosto lunghi.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here