Il cortisone è un medicinale che oltre ad avere scopi terapeutici importanti è usato anche in ambito sportivo. Ma gli effetti indesiderati del cortisone possono essere vari soprattutto se se ne fa un abuso. Infatti gli atleti conoscono benissimo le contro indicazioni della cura e gli effetti del cortisone sull’ organismo, ma in alcuni casi assumono ugualmente il farmaco per migliorare in maniera notevole, anche se illecita, le proprie prestazioni sportive.

A cosa serve il cortisone

Ma che cos’ è il cortisone? Il farmaco in questione è un ormone che viene prodotto dalle ghiandole surrenali. Il colesterolo gioca un ruolo molto importante nella produzione. Infatti questo grasso presente nel sangue, quando viene prodotto in quantità “normali”, non è dannoso per l’ organismo. Il colesterolo viene utilizzato in vari campi medici ed è considerato come l’ ormone primario per la costituzione dei cosiddetti glucocorticoidi. L’ elemento principale di queste molecole è il cortisolo, importantissimo perchè rilascia nel sangue il glucosio. In seguito il cortisolo viene “convertito” in cortisone nei reni, per poi raggiungere il fegato. Ma i cortisonici possono essere assunti anche in maniera sintetica. Infatti il bentelan è uno dei più conosciuti e usati in campo medico per la sua facilità di assunzione per via orale.

Gli effetti del cortisone

I farmaci cortisonici vengono utilizzati in  campo medico per molteplici fini terapeutici. Il cortisone infatti è un forte antinfiammatorio e gli effetti cortisone sono visibili in breve tempo. I cortisonici vengono prescritti per curare specifiche patologie come quelle respiratorie, ad esempio l’ asma, e determinate reazioni allergiche che possono essere altamente nocive per gli utenti che ne soffrono. Il cortisone infatti è in grado, una volta utilizzato, di bloccare la produzione degli effetti infiammatori, eliminando alla base l’ origine del problema. Quindi i cortisone effetti, se mirati e soprattutto prescritti in via terapeutica, sono molto potenti e benefici perchè portano ad una pronta guarigione.

La diffusione del medicinale negli ambienti sportivi

Nello sport l’ utilizzo del cortisone è abbastanza diffuso. Infatti l’ assunzione del farmaco migliora le prestazioni in maniera del tutto innaturale, sia in allenamento che in gare ufficiali, proprio per la sua capacità di migliorare le risposte agli stress psicofisici. Infatti un importante effetto del cortisone e quello di ridurre notevolmente la fatica. Ma , se utilizzato in dosi massicce senza una prescrizione terapeutica, il cortisone è considerato doping e può portare ad una lunga squalifica dell’ atleta. Ben Johnson, noto corridore canadese, nel 1988 vinse i mondiali di atletica a Seul sui 100 metri. Ma a seguito dei test antidoping, fu trovato positivo e squalificato per circa 5 anni. La medaglia gli fu tolta proprio perchè trovato positivo al cortisone e nandrolone, assunti in maniera consistente.

Effetti collaterali del cortisone

Gli effetti indesiderati cortisone possono essere vari e altamente nocivi per il nostro organismo. Il cortisone infatti è molto efficace per la riduzione di sgradevoli sintomi derivati dall’ infiammazione in atto, ma è probabile che una volta finita la sua attività gli effetti possano ricomparire. Per cui è necessario affiancare anche farmaci specifici che possano eliminare in maniera completa i sintomi infiammatori. Tra gli effetti collaterali cortisone ricordiamo il fatto che il cortisone fa ingrassare e provoca appetito negli utenti. Inoltre indebolisce il sistema immunitario poichè , come molti altri farmaci, blocca le difese immunitarie naturali del nostro organismo per fermare l’ infiammazione in atto e curarla.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here