Ore frenetiche nella nazionale del Senegal. Kalidou Koulibaly infatti ha minacciato di lasciare la sua nazionale per protestare contro la gestione della tempistica dei tamponi secondo il protocolla redatto dalla FIFA. Infatti il difensore è risultato positivo al covid e non riesce a dare il suo contributo ai compagni di squadra. Il giocatore è stato tamponato ieri, e dovrà essere sottoposto al tampone tra altri due giorni. Sulla base degli esami effettuati, Koilibaly risulta ancora positivo. Il calciatore avrebbe voluto sottoporsi a tampone molecolare almeno il giorno dopo, in modo tale che se fosse risultato negativo avrebbe potuto aggregarsi alla squadra e quindi giocare in coppa d’ Africa. Ma la FIFA non ha accettato la proposta.

La protesta clamorosa del giocatore

Koulibaly quindi, di fronte al diniego del massimo organo calcistico di offrirgli un giorno di proroga, ha minacciato di lasciare il ritiro. Sono state ore piuttosto concitate, in  cui i dirigenti del Senegal hanno dovuto fare “opera di persuasione” e convincere il forte centrale a desistere dal suo intento. Koulibaly ha accettato non senza reticenze, con la speranza che il prossimo tampone tra due giorni possa dare esito negativo e consentire al centrale difensivo di essere in campo nella prossima partita del Senegal.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here