La tosse notturna si definisce continua e incessante se ha una durata superiore alle tre settimane. Qualsiasi altro tipo di tosse non è altro che un tentativo da parte dell’ organismo di difendersi da sostanze aeree e irritanti che possono portare l’ avvento di agenti patogeni o virus vari. Virus che possono essere dannosi per la salute degli utenti che li respirano. Fondamentalmente la tosse notturna persistente deve essere tenuta sotto controllo e, una volta scaduto il termine delle tre settimane, se vi è la presenza di questo fastidioso sintomo bisogna ricorrere al medico per una visita accurata. infatti la tosse persistente di notte potrebbe essere anche un riflesso di una patologia ben più grave non ancora diagnosticata, e dunque potenzialmente molto pericolosa.

Cos’ è la tosse secca persistente notturna

Abbiamo detto che la tosse notturna si definisce “tosse notturna secca e persistente” se ha una durata temporale che supera le tre settimane. Per gli esperti del settore medico, si definisce tosse stizzosa notturna adulto quando gli effetti di questa sorta di malattia si manifestano in un tempo compreso tra le tre e le otto settimane. Se in questo periodo non vi sono stati miglioramenti, ma la tosse violenta notturna non accenna a diminuire, bisogna necessariamente contattare il medico per un consulto. Sulla base dei sintomi presenti e persistenti da molto tempo, il dottore riuscirà a trovare la cura adatta.

Il periodo temporale della tosse continua di notte

Se la durata sarà inferiore alle tre settimane si parla di tosse acuta, mentre se il tempo trascorso è superiore alle otto settimane senza che vi siano stati miglioramenti, allora si parla, in campo medico, di tosse cronica. Se non adeguatamente trattata e curata, la forte tosse secca notturna può evolversi in una tosse cronica con in suoi inevitabili effetti negativi sulla salute e sulla vita di tutti i giorni del soggetto che ne è affetto.

Le varie tipologie della tosse secca sera

Possiamo segnalare la presenza di vari tipi di forte tosse secca notturna persistente. Fondamentalmente i più importanti sono due: avremo infatti una tosse stizzosa notturna adulto “grassa” quando quest’ ultima sarà caratterizzata dalla presenza di catarro particolarmente fastidiosa per l’ utente; nell’ altro caso avremo una tosse violenta notturna “secca”, in cui  non vi sarà la presenza di catarro e quindi verrà esclusa ogni forma di espettorazione. Sulla base delle classificazioni fatte, la tosse secca la notte si manifesterà essenzialmente solo nelle ore notturne, impedendo il tranquillo e sereno riposo.

Quali sono le cause della tosse continua di notte

Come detto, la cause che possono portare ad una tosse durante il sonno possono essere varie e molteplici. Tra le patologie di natura fortemente infettiva ricordiamo l’ influenza, ossia una malattia causata da forme virali che si esaurisce nell’ arco delle due settimane dalla comparsa dei primi sintomi; la tubercolosi, che si manifesta sia nelle ore notturne che diurne ed è caratterizzata dalla presenza di sangue nell’ atto del tossire; polmoniti e pleuriti che derivano dalla presenza di microorganismi che generano una tosse secca che, se non diagnosticata e curata ìn  tempo, si tramuta in tosse grassa con la presenza di una forte quantità catarrale che incide in maniera violenta sulla salute degli utenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here