Tra i giocatori del Real Madrid più rappresentativi, un posto di rilievo lo merita sicuramente Luka Modric. Centrocampista dalla tecnica sopraffina, è considerato uno dei migliori giocatori croati di tutti i tempi, nonchè un giocatore completo che farebbe le fortuna di qualsiasi squadra. Luka Modric è da molto tempo legato al Real Madrid e con la compagine spagnola ha vinto praticamente tutto. Luka Modric è un fortissimo centrocampista centrale che può ricoprire tranquillamente il ruolo di trequartista. Giocatore dotato di enormi potenzialità tecniche, Modric può tenere il pallone tra i piedi non soffrendo minimamente il pressing avversario, dando alla sua squadra la possibilità di organizzarsi e di non perdere il controllo delle partite. E’ molto abile nel giocare ad uno, massimo due tocchi e famosi sono i passaggi “no-look” grazie ai quali ha mandato in gol i compagni. Ama fare assist che possano mettere il compagno di squadra davanti alla porta e Benzema, suo amico nel Real Madrid, ha sempre ribadito che è il più forte trequartista con cui abbia giocato.

Età e carriera

Luka Modric è nato a Zara il 9 settembre 1985. Giocatore croato riconosciuto come uno dei più forti della sua generazione, si è laureato vicecampione del mondo con la sua nazionale nel 2018. Con il Real Madrid ha vinto tutto tra cui due campionati spagnoli, una coppa del re, tre supercoppe spagnole e quattro UEFA Champions League. Inoltre con la compagine madrilena ha ottenuto quattro coppe del mondo per club FIFA. Il 2018 è stato un anno da ricordare per il calciatore. Infatti ha vinto il pallone d’ oro, venendo eletto come miglior giocatore del mondo da una folta schiera di giornalisti che non hanno avuto alcun dubbio nel votarlo. Anche in Champions League ha avuto un ruolo fondamentale vincendo per due volte il premio come miglior centrocampista della competizione.

L’ arrivo di Ancelotti

Con l’ avvento dell’ allenatore italiano Carlo Ancelotti sulla panchina del Real Madrid, Luka Moric ha avuto il pieno riconoscimento delle sue doti di grande leader, diventando titolare inamovibile delle “merengues”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here