Please wait..
Please wait..
Serie A

Infuria la bagarre salvezza in Serie A: un gioco a 4 per evitare la retrocessione

Non solo corsa allo Scudetto e ad un posto nelle coppe europee, anche la lotta per la salvezza sta diventando, come sempre, polo di grande attenzione nel finale di questa Serie A 2021/2022. Evitare la retrocessione in Serie B è fondamentale per tanti motivi, uno su tutti quello economico. La perdita dei diritti televisivi costituisce un grosso problema per i bilanci societari e dunque salvare la categoria è fondamentale. Attualmente mancano dieci giornate alla fine del campionato e la bagarre salvezza, sul cui esito si può puntare tramite le quote dei bookmakers, è ormai partita.

Diciamo subito che le situazioni di Salernitana e Genoa, ultima e penultima in classifica, sono decisamente compromesse. I campani guidati da Davide Nicola con 15 punti, pur avendo due match da recuperare, sono praticamente spacciati. Anche guardando un calendario che, da qui alla fine, propone match molto difficili contro Sassuolo, Juventus, Roma, Fiorentina e Atalanta. Anche per i liguri, penultimi a quota 18, la rincorsa si è fatta difficilissima. L’arrivo di Alexander Blessin in panchina ha generato per ora sei pareggi consecutivi, che però non bastano. Inoltre anche il Grifone ha match complicati sulla carta contro Atalanta, Verona, Lazio, Milan, Juventus e Napoli.

Così la bagarre salvezza per evitare l’ultimo posto che manda dritti in Serie B sembra ormai essersi ridotta a 4 squadre: Venezia, Cagliari, Spezia e Sampdoria. Cominciando dal Venezia di Paolo Zanetti, terz’ultimo in classifica con 22 punti ma con un match da recuperare a Salerno (che potrebbe cambiare tanto). I lagunari hanno degli scontri diretti importanti da giocarsi contro Sampdoria, Spezia e Cagliari, ma anche sfide molto complicate contro Atalanta, Roma e Juventus.

Passiamo al Cagliari di Walter Mazzarri quart’ultimo con 25 punti, che ha molto da giocarsi negli scontri diretti contro Spezia e Venezia. Ma anche sfide alla portata come contro Udinese, Genoa e Salernitana.

Andiamo in casa Spezia adesso, con gli Aquilotti di Thiago Motta a quota 26 punti. Nelle prossime tre giornate i liguri si giocano tanto, affrontando nell’ordine Cagliari, Sassuolo e Venezia. Tralasciando la complessità del match contro gli emiliani del trio Berardi-Raspadori-Scamacca, i due scontri diretti contro sardi e lagunari diranno molto sul futuro di Maggiore e compagni. Anche perché poi il calendario prevede sfide difficili contro Inter, Lazio, Atalanta e Napoli.

A chiudere la Sampdoria di Marco Giampaolo, ugualmente ferma con 26 punti. Il calendario dei blucerchiati è uno dei più difficili, a partire dal match con la Juventus di sabato prossimo. Ma poi non si può notare come, dopo le sfide comunque importantissime contro Venezia e Roma, il finale di campionato sia irto di insidie. Nelle ultime cinque infatti arrivano Verona, Derby col Genoa, Lazio, Fiorentina e Inter.

Un quadro completo che testimonia come la bagarre salvezza sia decisamente aperta ad ogni soluzione. Dando per scontato, però mai dire mai, che Salernitana e Genoa si siano già giocati tutti i bonus possibili, Venezia, Cagliari, Spezia e Sampdoria sono racchiuse in una manciata di punti. A questo punto anche un pareggio in più o in meno potrebbe fare la differenza.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button