Estero

Gerard Piquè, fischi nella tournèe americana con il Barcellona

Gerard Piquè, nel tour che sta svolgendo in terra americana con la sua squadra, il Barcellona, non sta attraversando un periodo particolarmente felice. Il giocatore, infatti, è finito nelle vicende dei rotocachi rosa per la sua storia con la cantante Shakira e per la conclusione, turbolenta, della stessa. Il difensore è stato scoperto dalla moglie circa le sue avventure extraconiugali e la cantante ha chiesto immediatamente il divorzio. Una situazione incresciosa che ha messo in imbarazzo anche le alte sfere dirigenziali dei Blaugrana, che non vogliono questo tipo di complicaziioni all’ interno della società. Il Barcellona, infatti, in Spagna e nel mondo, è conosciuto come club estremamente serio e professionale e questo atteggiamento del difensore, troppo libertino, non è andato giù. Anche per l’ opinione pubblica, Piquè si è reso colpevole di comportamenti da censurare.

I fischi da parte dei tifosi.

Si è giocata, in queste ore, un’ amichevole tra il Real Madrid e il Barcellona. Le due squadre hanno provato a riproporre il “Clasico” in un ambiente assolutamente inusuale. La partita si è svolta in Nevada, con lo stadio pieno di supporters. Quando Piquè è entrato al 62′ per sostituire Eric, si sono levati dagli spalti numerosi fischi all’ indirizzo del giocatore. Contestazioni che sono continuate ad ogni tocco di palla dello spagnolo che, tuttavia, ha sostenuto la situazione da serio professionistra e ha continuato a giocare come se nulla fosse. Tuttavia l’ opinione pubblica si è chiaramente schierata, con Piquè che è stato additato come il principale colpevole della rottura della coppia. In questi giorni vi sarebbero stati anche alcuni incontri tra le parti per discutere dell’ affidamento dei figli, ma senza che si sia arrivati ad una soluzione definitiva. Piquè sta vivendo questa situazione con sofferenza e i fischi piovuti dagli spalti sono la prova che la sua popolarità sta clamorosamente scendendo ai minimi termini.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button