Aubameyang, nella sfida di Champions League tra il Chelsea e il Milan, ha potuto finalmente coronare il suo sogno: giocare contro i colori rossoneri. Il ragazzo è stato in passato un giocatore del Milan, società nella quale è cresciuto. Il settore giovanile della squadra meneghina, infatti, è stata sempre un ottima palestra da cui sono usciti futuri e affermati campioni. I trascorsi nel Milan non sono stati dimenticati e, al termine della partita vinta dal Chelsea per 2-0 e coronata con un gol dell’ attaccante, il gabonese ha ringraziato tutti, soprattutto chi ha creduto nelle sue potenzialità. Il riferimento era diretto a Filippo Galli, suo primo allenatore, che ha speso sempre parole d’ elogio per il giovane. L’ attaccante , infatti, già nei ” giovanissimi”, aveva questa continua smania di imparare e si metteva sempre a disposizione della squadra, mostrando qualità fisiche e atletiche notevoli. Con il suo innato senso tattico, riusciva a dare una grande mano anche in fase di copertura, seguendo alla lettera i dettami tecnico-tattici dell’ allenatore. Da allora il ragazzo ne ha fatto di strada, diventando uno degli attaccanti più forti nel panorama europeo.

Pierre-Emerick Aubameyang, biografia

Aubameyang nasce in Francia, a Laval, il 18 giugno 1989, da madra spagnola e da padre gabonese. Tuttavia, nonostante sia nato nel paese transalpino, il ragazzo ha rivendicato le sue radici africane ed è stato naturalizzato gabonese. L’ attaccante guida la nazionale gabonese di cui è anche capitano. Aubameyang, per questa sua scelta, è un idolo per i tifosi del Gabon, orgogliosi che un attaccante così forte si sia reso protagonista di una decisione così inaspettata, quanto vincente. Il giocatore ha sempre giustificato questa alternativa come una promessa fatta al padre, dunque per ragioni prettamente “di cuore”.

La carriera

Dopo vari prestiti in tante società francesi, il Saint Etienne crede nelle sue potenzialità e lo acquista dal Milan a titolo definitivo.  Il ragazzo sarà uno dei protagonisti di quella squadra, vincendo la Coupe De Ligue nel 2013. Le sua prodezze non passano inosservate e Klopp, all’ epoca allenatore del Borussia di Dortmund, caldeggia vivamente il suo acquisto. Il trasferimento in Germania avviene nello stesso anno e il tecnico tedesco trasforma il ragazzo da ala ad attaccante puro. Nei 5 anni in Germania, Aubameyang vince due DFL Supercup e una DFB- Pokal. In quegli anni segnerà molti gol, risultando uno degli attaccanti più prolifici in Europa e vincendo la classifica di capocanniere in Germania nel 2017. Dopo l’ esperienza teutonica, si aprono le porte della Premier League. L’ Arsenal lo acquista nel 2018 e nei 4 anni successivi vince una FA cup nel 2020 e una Community Shield. Ad oggi, l’ attaccante è uno dei giocatori del Chelsea, squadra con la quale spera di vincere trofei importanti sia in campo nazionale che internazionale.

Caratteristiche tecniche

Il giocatore è molto abile nel dribbling e nelle progressioni palla al piede, in grado di consentire alla squadra una superiorità numerica soprattutto in fase di attacco. Molto veloce, è dotato di uno spiccato senso tattico acquisito ai tempi del settore giovanile del Milan, ed è per questo motivo che non disdegna di ripiegare in difesa, aiutando i compagni in difficoltà e garantendo una adeguata copertura difensiva alla squadra.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here