Tra pochi giorni inizierà il mondiale in Qatar, che vedrà affrontarsi le più forti squadre mondiali in incontri epici che , si spera, faranno la storia del calcio. Le squadre favorite, in assenza dell’ Italia, sono le solite che ben conosciamo ossia la Spagna , la Germania, il Brasile, l’ Argentina. Proprio quest’ ultima è una delle più probabili candidate alla vittoria finale, per l’ estro e la grande qualità del suo organico che può annovarerare gente come Di Maria, Dybala, e soprattutto Lionel Messi, vero e proprio icona dell’ albiceleste.

I grandi meriti dell’ allenatore

Non bisogna dimenticare l’ uomo che ha reso possibile una qualificazione ai mondiali, mai troppo scontata, e che riesce a dare equilibrio ad una squadra composta da così tante primedonne: stiamo parlando del tecnico Lionel Scaloni. Scaloni viene definito un perfezionista per eccellenza, che cura in maniera maniacale ogni dettaglio delle partite e che non lascia assolutamente nulla al caso. Il tecnico argentino è stato uno dei principali fautori della vittoria della nazionale alla Copa America 2021, e l’ Argentina si presenta al campionato mondiale come una delle grandi favorite per la vittoria finale.

Lionel Scaloni, biografia

Scaloni è un grandissimo estimatore del suo mentore e maestro Marcelo Bielsa, da cui ha appreso lo studio maniacale delle partite da affrontare e quel leggero senso di follia che lo rendono un vero e prorpio leader agli occhi dei giocatori più rappresentativi. Per il suo carattere carismatico, si dice che all’ interno dello spogliatoio vi sia un vero e proprio gruppo che lo segue fedelmente e che costituisce l’ ossatura dell’ albiceleste, ossia la “Scaloneta”. In verità, l’ allenatore si è sempre trovato a disagio di fronte a queste voci, bollandole come trucchi da parte della stampa del suo paese e smentendole categoricamente. Grazie a Scaloni, l’ Argentina è tornata finalmente ad essere una grande potenza mondiale a livello calcistico ed è stata dotata di quel pragmatismo e di quella concretezza sotto porta di cui prima era deficitaria. Scaloni predilige “il gruppo”, in cui il singolo può trovare la sua piena consacrazione solo con l’ aiuto dei suoi compagni di squadra. Una lezione che il fuoriclasse per eccellenza, Lionel Messi, ha imparato alla perfezione, mettendo il suo talento a disposizione della squadra e aiutando i più giovani nelle scelte durante le partite.

Il carattere del tecnico

Lionel Scaloni è definito da più parti come una sorta di “sergente di ferro”, che non transige su determinati comportamenti da seguire. Il tecnico, prima delle partite, ha quasi abolito l’ uso dei cellulari o di qualsivoglia supporto tecnologico, in quanto nello spogliatoio bisogna non estraniarsi,  ma condividere con gli altri le proprie paure, speranze, la propria voglia di vincere. Regole che sono state accettate da tutti in quanto rilvelatisi vincenti.

Le sue origini

Lionel Scaloni è nato nella città di Pujato, il 16 Maggio 1978. Il padre ha sempre avuto nei confronti del figlio un’ educazione ferrea, e questo ha influito molto sulla formazione del suo carattere. Il tecnico ha ammesso che il gioco del calcio è sempre stata una sua grande passione che ha affrontato con la giusta grinta e determinazione grazie agli insegnamenti dei genitori, veri e propri maestri di vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here