Luca Caldirola  è salito alla ribalta delle cronache sportive nostrane per il gran gol che ha consentito alla sua squadra di appartenenza, il Monza, di pareggiare contro l’ Inter all’ ultimo secondo. Un risultato insperato per la compagine brianzola che, tuttavia, sta sorprendendo tutti per la sua voglia di non arrendersi mai e per una velocità di manovra sino a pochi mesi fa assolutamente sconosciuta. Il merito di tutto questo è dell’ allenatore Palladino che, da quando è arrivato sulla panchina della squadra, è riuscito ad ottenere risultati importanti come, ad esempio, la vittoria sulla Juventus. Il Monza, attraverso queste prestazioni, si sta tirando fuori dalla zona retrocessione dopo un inizio disastroso. Eè da poco sposato con l’ influencer Roberta Mercurio.

Luca Caldirola, biografia

Luca Caldirola è nato a Desio, il 1 febbraio 1991. Il ragazzo, sin da subito, mostra la sua passione per il gioco del calcio e viene ingaggiato dall’ Inter per intraprendere la lunga gavetta. Con la squadra di Milano, Caldirola segue tutta la trafila delle giovanili sino ad essere inserito, nel 2010, nella lista della Champions League, vinta poi dai neroazzurri in finale contro il Bayern di Monaco. Dopo vari prestiti, Caldirola esordisce con la maglia nero azzurra in sostituzione di Chivu contro il CSKA di Mosca. Ma il suo esordio sarà soltanto estemporaneo, in quanto subito dopo la dirigenza decide di cederlo in prestito al Brescia, dove conclude la stagione con 19 presenze.

Il passaggio in Bundesliga

Di ritorno dal prestito al Brescia, il giocatore spinge per la sua cessione in quanto capisce che non c’ è futuro per lui nella formazione milanese. Viene accontentato. Inter e Werder Brema si accordano per la cessione a titolo definitivo per una somma che si aggira intorno ai 2,5 milioni di euro. In Germania il giocatore ha la possibilità di giocare con continuità e di mettersi in mostra. Con il Werder Brema, il primo anno, trova molto spazio e diventa un titolare inamovibile, collezionando ben 33 presenze. La sua esperienza a Brema sembra avere un tracollo l’ anno successivo con appena sette presenze e la perdita del posto da titolare. Caldirola viene ceduto in prestito, nel 2015, al Darmstadt e sembra ritrovare lo smalto dei tempi migliori con la sua prima rete in Bundesliga e collezionando ben 34 presenze alla fine del campionato.

Il ritorno in Italia

A seguito di infortuni vari che ne limitano l’ utilizzo, Caldirola gioca pochissimo nei due anni successivi e torna in Italia in via definitiva nel Benevento , che lo preleva direttamente dal Werder. In serie B, Caldirola acquista subito il posto da titolare e porterà il Benevento sino ai playoff per la promozione. L’ anno dopo, con in panchina Pippo Inzaghi, Caldirola è uno dei migliori artefici della promozione dei sanniti e nel 2020 debutta in serie A segnando due reti contro la Sampdoria. Torna in Lombardia nel 2021 tra le fila del Monza, dove diventa un elemento molto importante per la promozione dei brianzoli nella massima serie. Caldirola riesce a segnare un gol, nel gennaio di quest’ anno, proprio contro l’ Inter, chiudendo il conto in sospeso con la “beneamata” che non ha creduto nelle sue possibilità.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here